Crea sito

Arancine agli spinaci, ricetta siciliana

Arancine agli spinaci

Le arancine (o arancini, noi siciliani non ci metteremo mai d’accordo!!!) sono una delle perle più apprezzate e conosciute della gastronomia siciliana.

Oltre alle tradizionali al ragù, che in genere hanno la forma appuntita, sono molto diffuse anche quelle al burro e le arancine agli spinaci, che hanno la particolarità del condimento anche nel riso, che viene infatti arricchito dagli spinaci.

Le arancine possono essere preparate a mano o più comodamente con gli stampini, che velocizzano il lavoro assicurando una forma e una dimensione uniforme a queste polpette di riso ripiene.

Per una buona riuscita delle arancine, la cottura del riso è essenziale: deve essere abbastanza colloso ma senza risultare scotto. Inoltre, solo una buona panatura e una frittura corretta rendono le nostre arancine asciutte e croccanti!

Dopo aver sperimentato varie tecniche, io sono giunta a quella che a mio avviso è la formula ottimale: provatela anche voi e ditemi che ne pensate!

Arancine agli spinaci
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni12 arancine
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per il riso:

  • 500 gRiso per arancine (o Originario o Roma)
  • 1100 mlBrodo vegetale
  • 2 bustineZafferano
  • 60 gBurro
  • 10 gSale
  • 200 gSpinaci

Per il ripieno:

  • 200 gSpinaci
  • 1 spicchioAglio
  • Peperoncino
  • Sale
  • Olio extravergine d’oliva
  • 200 gProsciutto cotto (tagliato spesso)
  • 200 gMozzarella (o provola)

Per la panatura:

  • 100 gFarina
  • 100 gAcqua
  • 1Uova
  • 150 gPangrattato

Per la frittura

  • 2 lOlio di semi di arachide

Preparazione

  1. Per prima cosa, preparate gli spinaci.

    Schiacciate uno spicchio d’aglio con il lato della lama di un coltello e fatelo rosolare in padella con un filo d’olio extravergine d’oliva.

  2. Aggiungete gli spinaci, salateli e fateli appassire, aggiungendo anche un pizzico di peperoncino.

  3. Quando gli spinaci si sono ridotti, spegnete la fiamma, trasferiteli su un tagliere e tritateli finemente al coltello, poi separateli in due parti.

  4. Preparate il riso: mettete il brodo dentro una pentola con il burro, lo zafferano e il sale e quando arriva ad ebollizione aggiungete il riso.

  5. Abbassate la fiamma e fate cuocere fino a quando il riso non assorbe tutto il brodo, mischiando di tanto in tanto.

    Quando il riso è quasi cotto, aggiungete metà degli spinaci.

  6. Trasferite il riso su un tagliere o un piano di marmo e spalmatelo su uno strato sottile per farlo raffreddare.

  7. Nel frattempo, tagliate a cubetti il prosciutto e il formaggio.

  8. A questo punto, passate alla formatura delle arancine, a mano o con lo stampo.

    Se procedete a mano, riempitevi il palmo della mano con il riso, sistemate il condimento al centro (prosciutto, formaggio e spinaci) e richiudete il riso su se stesso fino a formare una palla, aggiungendone un altro po’ se necessario.

    Se usate gli stampini, riempite la base con il riso pressando bene, poi mettete il coperchio e fate un buco con lo stantuffo.

    Riempite con il condimento quasi fino all’orlo (senza togliere il coperchio) e mettete un po’ di riso per richiuderlo, poi compattate un po’ con l’altra parte dello stantuffo, togliete il coperchio ed estraete delicatamente le arancine dallo stampo.

  9. Sistemate man mano le arancine su un tagliere foderato con carta forno, poi sistematele in frigorifero per almeno mezzoretta per farle compattare meglio.

  10. Preparate la pastella mischiando farina, acqua e un uovo.

    Preparate un’altra ciotola con il pangrattato.

  11. Passate le arancine prima dalla pastella e poi dal pangrattato.

    Quando finite, ripassate le arancine nel pangrattato ed eliminate eventuali grumi in superficie.

  12. Mettete a scaldare abbondante olio di semi di arachide in un pentolino e friggete man mano le vostre arancine, stando attenti a rispettare le regole per una buona frittura.

    Quando sono dorate, sistemate le arancine su carta assorbente.

    Servite subito o lasciate intiepidire.

    Buon appetito, le vostre arancine agli spinaci sono pronte per essere gustate!

Note e consigli:

– Se preferite, potete lessare e poi strizzare gli spinaci;

– Potete realizzare la pastella anche senza uova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.