bunet piemontese

il bonet piemontese (o bunèt) è un tipico dolce al cucchiaio della tradizione piemontese, nato nei territori delle Langhe e del Monferrato. Una delizia che, già nel Medioevo, accompagnava la conclusione dei banchetti più sontuosi. Originariamente quinfi veniva preparato senza cacao (un ingrediente poco diffuso in Europa), ma solo con latte, uova, amaretti e zucchero. Quando poi dal Sudamerica arrivarono rum e cacao, questi due ingredienti arricchirono la ricetta del bonet piemontese per quella che oggi è la versione più diffusa, detta anche “alla Monferrina”.

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

bonet piemontese

7 uova
1 l latte
200 g amaretti
100 g zucchero
2 cucchiai marsala
2 cucchiai cacao amaro in polvere

Strumenti

procedimento bonet piemontese

prendere uno stampo rettangolare far poi caramellare un po di zucchero e metterlo sul fondo del contenitore.
tritare quindi gli amaretti.
sbattere con un frullino lo xucchero e le uova
aggiungere quindi :il latte ,gli ametti,il cacao amaro ed infine il marsala.
ogni volta che si aggiunge un ingrediente mescolare bene con il frullatore poi versare tutto il composti
nello stampo.
preriscaldato poi il forno a 280 gradi per 10 minuti.
prendere una teglia piuttosto alta circa la metà del contenitore del budino e mettere dell’acqua, quindi mettere il contenitore del budino e cuocere così a bagno maria per 1 ora a 170/180 gradi.
al termine spegnere il forno e kascisrlo ancora per 20 minuti a forno spento.
rimuoverlo dallo stampo e posizionarlo in un piatto rettangolare decorate con amaretti


bonrt piemontese di dolci e altro

note

il bunèt piemontese deve essere consumato fresco e conservato in frigo fino al momento di servirlo

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da le ricette di Marzia

cucinare una passione fin da piccola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.