Crea sito

Tagliatelle di castagne, ricetta facile

Tagliatelle di castagneTagliatelle di castagne

Attualmente le castagne e la farina di castagne sono molto utilizzate nella preparazione di dolci. Una volta, invece, non era così poiché, spesso, la farina di frumento non era molto facile da reperire e da acquistare: ecco, quindi, che molti primi piatti venivano preparati con la farina di castagne, mentre le castagne, intere o a pezzetti, venivano unite a piatti di legumi per incrementarne il volume e giungere così più velocemente al senso di sazietà. In effetti, in molte zone le castagne potevano essere liberamente raccolte lungo le strade o nei boschetti senza dover essere acquistate. Ecco, così, l’abbinamento di castagne e zucca nel Veneto, la zuppa di ceci e castagne nel centro dell’Appennino, la minestra di fagioli e castagne nel sud dell’Appennino, la minestra di latte e castagne nella Val d’Aosta.

Leggendo alcuni articoli in merito, in particolare un pdf sull’uso delle castagne in cucina del comune di Castelnuovo, mi è venuta una gran voglia di provare a utilizzare la farina di castagne per preparare le tagliatelle di castagne. Mi sono piaciute tantissimo e sono pure semplici ed economiche!

Ingredienti (per 4 persone):

–       250 g di farina 00

–       250 g di farina di castagne

–       5 uova fresche

–       1 pizzico di sale

Preparazione:

Per ottenere delle tagliatelle di castagne perfette, iniziate facendo una montagnola sul piano di lavoro con le due farine setacciate; fate un buco in mezzo, mettete le uova e il pizzico di sale e, con una forchetta, sbattete piano piano le uova cercando di amalgamarvi piano piano la farina. Proseguite con le dita delle mani in modo tale da incorporare tutta la farina ai lati e continuate a impastare per circa 10 minuti: l’impasto ottenuto dovrà essere ben amalgamato ed elastico. Ricordate sempre che più l’impasto viene lavorato maggiormente elastico e facile da tirare sarà in seguito.

Se dovesse risultare troppo appiccicoso, aggiungete un po’ di farina; se, al contrario, vi sembrasse un po’ secco e friabile, spruzzatelo con un po’ di acqua tiepida.

Alla fine fate una palla e mettetela a riposare in un contenitore coperto con un panno umido in modo che la superficie non si secchi.

Dopo un’ora procedete a stendere la pasta:

–       a mano: non essendo molto elastico, vi consiglio di tirare piccole sfoglie alla volta, infarinandole continuamente affinchè non si attacchino al mattarello e al piano di lavoro.

–       con la nonna papera: passate una pallina di impasto alla volta tra i rulli lisci; ripetete l’operazione più volte diminuendo sempre più lo spessore e giungendo a quello da voi desiderato. Ricordate che, inizialmente, l’impasto tenderà a rompersi un pochino sui bordi ma, dopo qualche passaggio, queste crepe verranno meno e non avrete alcun problema.

Arrotolate ora la sfoglia su se stessa e, con un coltellino affilato o una rotellina, tagliate in modo da creare le tagliatelle della larghezza da voi desiderata. Oppure utilizzate il rullo della nonna papera per creare le tagliatelle.

Se lasciate riposare le tagliatelle di castagne su un panno pulito, questa si seccherà nel giro di poche ore e potrà essere conservata (io ho creato dei nidi e li ho messi anche in freezer).

Per cuocere le tagliatelle di castagne, gettatele in acqua bollente salata, nella quale avrete unito un cucchiaio di olio e lasciatele bollire per una decina di minuti.

Condimenti consigliati per le tagliatelle di castagne:

–       ricotta e pecorino

–       cacio e pepe

–       pesto di basilico

–       pesto di basilico e ricotta

–       gorgonzola e pepe

–       salsiccia e funghi

–       funghi e ricotta

–       zucca e salsiccia

–       funghi e tartufo

–       sugo di lepre

–       … che fameeeeeeeee!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.