Pasticcio di patate

Pasticcio di patate

Pasticcio di patate

Questo pasticcio di patate è davvero golosissimo. Semplice e veloce da preparare, con ingredienti sempre presenti in casa, è un piatto che piace a tutti, adulti e bambini. Se volete renderlo un piatto unico, potete aggiungere del prosciutto cotto a fettine o a dadini, accompagnato magari da una semplice insalatona fresca. Altrimenti potete considerarlo un secondo o un contorno che vada a sostituire le solite patate.

La ricetta del pasticcio di patate l’ho trovata in un volume dell’Enciclopedia della cucina italiana, che ormai è diventata un po’ la mia guida quotidiana alla scoperta di sempre nuovi piatti. Ma ora passiamo alla preparazione di questo pasticcio di patate, poi però raccontatemi se vi è piaciuto! E ora, tutti in cucina, Martolina è pronta con tutti gli ingredienti!

Ingredienti (per 4 persone):

  • 800 g di patate
  • 2 uova
  • 1 mozzarella
  • 60 g di parmigiano grattugiato
  • 4 cucchiai di latte
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 20 g di pangrattato
  • sale q.b.

Preparazione:

Per preparare il pasticcio di patate, lavate innanzitutto le patate e lessatele in abbondante acqua salata per 30 minuti. Sgocciolatele, pelatele e passatele con lo schiacciapatate, raccogliendo il purè ottenuto in una terrina.

Unite al passato 1 cucchiaio di olio, i tuorli, la mozzarella a dadini, il latte e il prezzemolo, quindi salate e mescolate bene. Montate gli albumi a neve ferma e incorporateli delicatamente al composto.

Ungete con l’olio rimasto uno stampo (o più stampi monoporzione) e cospargetelo di pangrattato: versate il composto di patate a strati, alternandoli al parmigiano grattugiato e cospargete infine la superficie del pasticcio di patate con il pangrattato.

Passate lo stampo nel forno già caldo a 180° e cuocete per 30 minuti, poi sformate e servite il pasticcio di patate caldo o tiepido.

Clicca mi piace alla mia pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta

Pasticcio di patate

Precedente Pagnotta rustica ai semi di girasole Successivo Crostini alla pizza con esubero

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.