Pasticcini banoffee, dolce facile e goloso

Ho chiamato questa ricetta pasticcini banoffee perchè deriva dalla preparazione della golosissima banoffee pie o torta banoffee, dolce inglese che ho iniziato a conoscere proprio qui a Londra dove vivo ormai da un pò di tempo. Ho semplicemente pensato di trasformarla in una sorta di pasticcini, appunto, tagliata a cubetti e senza panna montata di cui io non vado matta.

Gli ingredienti sono proprio quelli della torta banoffee: la base croccante viene poi farcita dal caramello salato, di cui vado matta, banane e cioccolato. Che ne dite come mix… io direi che la golosità del risultato è scritta già in partenza!!!

Serviti a cubetti durante l’appuntamento con l’immancabile e quotidiano tè (sto diventando inglese???) oppure accompagnati da un’aromatica tazzina di caffè (è inutile, in questo sono molto italiana!), in ogni caso questi pasticcini banoffee sono uno spettacolo.

Ah… una curiosità… sapete da dove proviene il nome banoffee? Dall’unione tra le parole banana e toffee! Sono promossa???

Ma ora vediamo insieme come prepararli, seguite la vostra Martolina in cucina!!!

Pasticcini banoffee
  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:20 minuti
  • Cottura:40 minuti
  • Porzioni:Teglia 20×20 cm
  • Costo:Medio

Ingredienti

Per la base:

  • avena 250 g
  • burro 120 g
  • Zucchero (se lo trovate, meglio il Golden Caster) 120 g
  • golden syrup (sostituibile con miele di acacia o con sciroppo di acero) 2 cucchiai

Per la farcitura:

  • banane 2
  • Latte condensato 397 g
  • golden syrup (sostituibile con miele di acacia o con sciroppo di acero) 2 cucchiai
  • Zucchero (se lo trovate, meglio il Golden Caster) 60 g
  • burro (meglio non salato) 120 g
  • cioccolato fondente (o al latte) 200 g

Preparazione

  1. Preparare questi pasticcini banoffee sembra difficile, in realtà basta avere un pò di pazienza.

    Innanzitutto si parte dalla base: imburrate una teglia quadrata di 20 cm x 20 cm.

    Sciogliete il burro, lo zucchero e lo sciroppo in un padellino a fondo spesso, poi spegnete il fuoco e unite l’avena. Mescolate bene e versate il composto nella teglia, pressando e livellando bene con il dorso di un cucchiaio, poi cuocete in forno già caldo a 200° per 20 minuti coirca o, comunque, fino a doratura.

    Togliete la teglia dal forno e lasciate raffreddare.

    Nel frattempo, preparate il caramello.

    Mettete il latte condensato, lo sciroppo, il burro e lo zucchero in una casseruola abbastanza capiente e cuocete a fuoco bassissimo, mescolando costantemente e senza farlo bruciare. La procedura richiede un pò di tempo, circa 20 minuti, ma dovete attendere che la consistenza sia quella del caramello.

    Togliete il caramello dal fuoco.

    Sbucciate le banane, io di solito le schiaccio un pò con i rebbi di una forchetta ma voi potete anche tagliarle a rondelline e riporle così sulla base di avena.

    Versate sopra il caramello e lasciate raffreddare in frigorifero per 1 oretta.

    Trascorso il tempo suddetto, fate sciogliere a bagnomaria o, se avete dimestichezza, in microonde il cioccolato e versatelo sul caramello distribuendolo uniformemente.

    Rimettete in frigorifero ancora 1 oretta, fino a completo raffreddamento.

    Tagliate i vostri pasticcini banoffee in cubetti delle dimensioni desiderate e servite. Una delizia!

  2. Pasticcini banoffee

Note

Metti mi piace alla mia pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta

Precedente Sbriciolata ai ceci e rosmarino, ricetta facile Successivo Macaron perfetti, ricetta base infallibile

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.