Pasta alla mamma rosa

Pasta alla mamma rosa

Pasta alla mamma rosa

Preparazione: 15 minuti Cottura: 20 minuti

Le prime uscite in discoteca con successiva cena in pizzeria.
Ecco, la pasta alla mamma rosa mi riporta indietro di qualche (pochi eh???) anno… quando, dopo la discoteca della domenica pomeriggio, si andava a mangiare nella pizzeria vicino a casa. Non ordinavo mai la pizza, la mia amica ed io ci prendevamo sempre due piattoni di pasta alla mamma rosa ed eravamo così entusiaste del sapore e della cremosità del piatto che ci sembrava di mangiare una pietanza da grandi, grandissimi chef.
L’amore per la pasta alla mamma rosa non l’ho mai perso. E’ semplicissima e velocissima da preparare, è davvero una sciocchezza, eppure non smetterei mai di metterla in tavola. E’ perfetta anche per amici o parenti vegetariani.

Ingredienti (per 6 persone):
  • 450 g di pasta del formato che preferite
  • 300 g di ricotta
  • 500 g di pomodori (privati dei semi e dell’acqua di vegetazione)
  • 60 g di olio extravergine di oliva
  • 60 g di pecorino grattugiato
  • 1 piccola cipolla
  • sale q.b.

Preparazione:
Preparare la pasta alla mamma rosa è davvero semplicissimo!
In un tegame fate rosolare nell’olio la cipolla finemente tritata; quando sarà imbiondita, aggiungere i pomodori puliti e tagliati a pezzettini.
Portate a cottura a fuoco lento, regolate di sale e pepe (se vi piace unite qualche fogliolina di basilico).
In una ciotola a parte, lavorate la ricotta e una parte della salsa con un cucchiaio di legno.
Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente, conditela con la salsa di pomodoro e aggiungete la crema di ricotta.
Mescolate bene e servite in tavola la vostra golosa pasta alla mamma rosa, portando a parte il pecorino grattugiato da spolverare sopra al momento.

Clicca mi piace alla mia pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta

Pasta alla mamma rosa

Precedente Plumcake integrale all’olio con sgombri Successivo Gnocchi in crema di carote e timo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.