Crea sito

Frutta secca nel miele

Frutta secca nel miele

Frutta secca nel miele

La ricetta della frutta secca nel miele l’ho realizzata la prima volta qualche anno fa dopo averla assaggiata durante un viaggio in Sicilia. Mi era piaciuta tantissimo e avevo pensato che sarebbe stato un bellissimo regalo natalizio. Detto… fatto! Ho prodotto molti barattolini che sono piaciuti così tanto che ho amiche che, ogni anno, mi dicono: ”Marta, per Natale mi prepari la frutta secca nel miele?”. E’ più un’idea che vi passo perché è talmente semplice da preparare che vi sembrerà un gioco da… bambini! Ma che bontà! Se desiderate un sapore leggero, utilizzate del miele chiaro. Personalmente a me piace cambiare, quest’anno sto utilizzando del miele integrale che è una delizia ma… a voi la scelta in base a ciò che avete nella credenza di casa o dipendentemente dai vostri gusti. In ogni caso, il risultato non vi deluderà, anzi! Mi raccomando, utilizzate della frutta secca di buona qualità e, per la tipologia, seguite le vostre preferenze.

Ingredienti (non scrivo le quantità perché dipende dal numero e dalla grandezza dei vostri barattoli):

–       miele di castagno

–       frutta secca mista: mandorle pelate, noci, pinoli, nocciole pelate, arachidi non salate…

Preparazione:

Pronti, partenza… finito il lavoro!!! A parte gli scherzi, preparare la frutta secca nel miele è di una banalità estrema.

Riempite il vasetto prescelto con la frutta secca mista arrivando fino a metà e poi versateci dentro il miele cercando di mescolare e di attendere un pochino affinchè il miele scenda del tutto e vada a riempire tutto lo spazio tra la frutta secca. Eventualmente aggiungete un altro po’ di miele. Chiudete il barattolo… pronta la vostra frutta secca nel miele!

Ve l’avevo detto che era facile, no? Provatela, è golosissima.E preparatene in abbondanza perchè amici e parenti vi chiederanno di certo qualche barattolino! Parola di Martolina!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.