Crea sito

Canederli di spinaci

Canederli di spinaci

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(foto prima della cottura)

Canederli di spinaci

Cena montanara a casa Martolina.

Canederli? Yesssss… ma… aiuto, ci sono anche due amiche vegetariane!

No problem, la mamma di una collega è originaria del Cadore e mi ha mandato subito la ricetta di sua nonna dei canederli di spinaci. Provati, piaciutissimi, rifatti decine di volte! Questo sì che è un bel modo per riciclare il pane raffermo!

Ingredienti:

–       350 g di pane raffermo a dadini piccoli

–       800 g di spinaci

–       250 ml di latte tiepido

–       2 uova

–       30 g di burro

–       1 spicchio di aglio

–       1 cipolla

–       sale

–       pepe

–       noce moscata

–       15 g di farina 00

–       30 g di pangrattato

–       1 l di brodo vegetale

–       burro e grana se si servono asciutti e non in brodo

Preparazione:

Preparare i canederli di spinaci è davvero semplice.

Bagnate innanzitutto il pane a dadini con il latte e lasciate riposare.

Nel frattempo, lavate gli spinaci e bolliteli in acqua salata per circa 5 minuti (3 minuti dal sibilo se preferite utilizzare la pentola a pressione). Scolateli, strizzateli e sminuzzateli nel mixer.

Fondete il burro in una padella, unite la cipolla e l’aglio tritati e infine gli spinaci e lasciateli insaporire qualche minuto. Lasciateli raffreddare e uniteli poi al pane; aggiungete le uova, il sale, il pepe, la noce moscata e amalgamate bene tutto; unite la farina e il pangrattato e lavorate ancora l’impasto in modo da ottenere un composto ben amalgamato.

Con le mani bagnate formate dei canederli un po’ più grandi delle polpette, tuffateli nel brodo bollente e, da quando saliranno in superficie, cuoceteli ancora 8-9 minuti. Scolateli con un mestolo forato e serviteli con un paio di mestoli di brodo oppure asciutti con burro fuso e grana.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.