Crea sito

Biscotti garibaldi, ricetta facile

Come sono nati questi biscotti garibaldi in casa Martolina? Ebbene, da un pò di tempo sono venuta a vivere a Londra (seguitemi anche in Martolina in viaggio!). La sera, rientrata da lavoro, mi piace sentire anche per pochi minuti qualche amica e la mia famiglia… mamma, papà, suocera… una sera, appunto, mia suocera mi chiede se sono buoni i biscotti garibaldi. Biscotti garibaldi??? Mai sentiti nominare! Ecco, lei stava seguendo una trasmissione a quiz in cui una domanda era proprio sui biscotti che tanto amano gli inglesi e che si chiamano, appunto, garibaldi.

Google a meeeee!!! Ho così scoperto che nella metà dell’800 Giuseppe Garibaldi andò a Newcastle e il suo viaggio divenne talmente popolare da arrivare a dedicargli un biscotto in suo nome.

Curiosa come sono, ho cercato la ricetta nel web e mi ha subito ingolosita tanto che il weekend successivo avevo già le mani in pasta. Non posso che dirvi che… capisco gli inglesi che dicono di amare questi biscottini sottili con un goloso ripieno a base di uvetta (ho poi scoperto che alcune mie colleghe mettono i ribes al posto dell’uvetta… dovrò provarli anche così!)… sono proprio deliziosi e si lasciano sgranocchiare a tutte le ore del giorno (e della notte per chi dorme poco come la sottoscritta).

Ma ora vediamo insieme come preparare questi deliziosi biscotti garibaldi. Pronti?

Biscotti garibaldi

  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:25 minuti
  • Cottura:15 minuti
  • Porzioni:6 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • burro (freddo) 70 g
  • Zucchero 70 g
  • farina 275 g
  • lievito (per dolci) 2 1/2 cucchiaini
  • Sale 1 pizzico
  • uvetta sultanina (tritata) 185 g
  • Latte 70 ml
  • uovo (leggermente sbattuto per la superficie) 1
  • zucchero semolato (per la superficie) 1 cucchiaio

Preparazione

  1. Preparare i biscotti garibaldi è facile e veloce.

    Setacciate innanzitutto la farina con il lievito, unite il burro freddo e tagliato a cubetti, lo zucchero e il pizzico di sale e lavorate l’impasto con la punta delle dita (meglio se fredde, il composto non deve scaldarsi). Otterrete dei grossi bricioloni.

    Unite ora 60 grammi di uvetta prelevati dal totale e versate a filo, lentamente, il latte in modo da ottenere un composto morbido da sodo che si possa compattare a forma di palla, avvolgere in pellicola da cucina e riporre in frigorifero a raffreddare per mezz’ora.

    Trascorso il tempo suddetto, dividete l’impasto freddo in due parti e stendete ciascna parte tra due fogli di carta da forno ad un’altezza di 5 mm. Rimettete in frigorifero per 15 minuti.

    Riprendete la pasta e, sulla prima che fungerà da base cospargete l’uvetta sultanina messa da parte; ricoprite con il secondo strato di pasta e premete bene i bordi in modo da sigillare i due impasti. Con un mattarello, appiattite la vostra prepararzione e riponete il tutto in frigorifero per 15 minuti.

    Riprendete la pasta stesa e farcita ormai fredda e con un coltello affilato o con una rotella da pizza tagliatela in rettangoli ma senza dividere gli stessi.

    Spennellate la superficie con l’uovo sbattuto, cospargetela con lo zucchero semolato e cuocete in forno caldo a 180° per 15 minuti o, comunque, fino a doratura. Lasciate riposare all’interno del forno per 5 minuti prima di estrarre la teglia.

    Una volta che il composto si è raffreddato, procedete a separarla segiendo i tagli fatti prima della cottura e… gustate i vostri biscotti garibaldi con una tazza di tè, come dei veri inglesi! Sono buonissimi!!!

    Biscotti garibaldi

  2. Biscotti Garibaldi

Note

  • Clicca mi piace alla mia pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta.

  • La ricetta dei biscotti garibaldi proviene da questo sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.