Crea sito

Stracotto al caffè

Stracotto al caffè

Stracotto al caffè: Bocconcini di manzo aromatizzati al ginepro, salsa al caffè, cremoso al pecorino romano e cialda al parmigiano reggiano.
La corposità del manzo viene esaltata dal sentore selvatico del ginepro che valorizza l’intensità della carne, la salsa al caffè col suo gusto morbido e vellutato data dall’utilizzo di una miscela 100% arabica dove predominano le delicate note di caramello, fiori d’arancio e gelsomino si sposa perfettamente con la sapidità del cremoso al pecorino e, insieme alla cialda di parmigiano, dona ad ogni boccone un gioco di consistenze tutte da scoprire..

  • DifficoltàMedia
  • Tempo di preparazione3 Ore
  • Tempo di cottura2 Ore 30 Minuti
  • Porzioni2 porzioni
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti stracotto al caffè

  • 500 gmanzo (Bocconcini )
  • 1carota (Grossa oppure 2 normali)
  • 1 costasedano
  • 1scalogno
  • 2 fogliealloro
  • 10 baccheginepro
  • q.b.olio di oliva
  • 1 lbrodo di carne
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.erbe aromatiche (Timo e rosmarino)
  • q.b.sale
  • q.b.pepe nero
  • 2 tazze da caffècaffè (100% arabica )
  • 30 gparmigiano Reggiano DOP (Per la cialda di parmigiano )

Cremoso al pecorino romano

  • 100 gpecorino romano
  • 60 mllatte
  • q.b.pepe bianco
  • 30 gburro
  • 30 gfarina 00

Preparazione dello stracotto al caffè

  1. Prima di tutto prepariamoci un brodo di carne io mi sono fatto dare dal mio macellaio qualche spuntatura e ho aggiunto qualche parte di grasso di manzo eliminato dal muscolo ed ovviamente la base vegetale.

    Ora dedichiamoci allo stracotto, cucinando in modo classico, soffritto di sedano,carota e scalogno, aggiungiamo l’aglio e facciamo appassire un pochino, aggiungiamo il manzo e facciamo rosolare per qualche minuto, aggiungiamo le bacche di ginepro, l’alloro, le erbe ( sarebbe meglio legare tra loro con uno spago da cucina, così da poter toglierle più facilmente) e bagnano con poco brodo, quando si sarà asciugato anneghiamo il manzo nel vino e facciamo cuocere per almeno due ore e mezza, al bisogno bagnamo con un mestolo di brodo.

  2. Mentre la carne cuoce dedichiamoci al cremoso, in un pentolino prepariamo un roux con il burro e farina a cui aggiungiamo il latte mentre giriamo con una frusta, quando si inizierà ad addensare aggiungiamo il pecorino e continuiamo a girare facendo amalgamare il tutto, appena arriveremo alla consistenza cremosa ma non densa spegniamo e lasciamo da parte a freddare.

    Ora la cialda, in una padellina grattuggiamo il parmigiano e a fuoco basso aspettiamo che si sciolga, quando si saranno asciugati i liquidi con una spatolina stacchiamola e mettiamola a freddare su un foglio di carta assorbente.

  3. La carne sarà pronta quando pressando con il manico di una forchetta un bocconcino si aprirà tranquillamente.

    Arrivati a fine cottura regoliamo di sale pepe, spegniamo il fuoco e dividiamo la carne dal suo fondo (rendendone da parte un pochino per ripassare il manzo), prepariamo il caffè con la moca oppure con le capsule è uguale e a fuoco spento aggiungiamolo al fondo e mescoliamo, con un mini pimer frulliamo per bene e dopo passiamo per bene con un passion per ottenere un risultato liscio e lucido.

  4. in un’altra padellina mettiamo il fondo rimasto e saltiamo la carne per un minuto abbondante per ridare calore al manzo e poi impiattiamo.

    Io in questo impiattamento ho voluto racchiudere una storia… come in un film noir, dove in una cena ad un certo punto devi fuggire via e c’è sempre una tazzina di caffè che si rovescia sul tavolo…

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da martanoskitchen

La cucina è come una bella donna, per conquistarla devi dare sempre il meglio di te, ricordandoti sempre che un pizzico di pepe non guasta mai..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.