Crea sito

Spaghetti primo maggio

Spaghetti primo maggio

Spaghetti primo maggio: Pensavo ad un nuovo piatto mangiando fave e pecorino, poi l’illuminazione… perché non replicare in un primo la classica merenda di primavera?

  • DifficoltàMedia
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti spaghetti primo maggio

  • 40 gfarina 00
  • 50 gburro
  • 200 mllatte
  • 200 gpecorino romano
  • 200 gfave
  • 200 gguancia di maiale
  • 1 bicchierevino rosso
  • q.b.olio di oliva
  • q.b.sale e pepe
  • q.b.sale (Nero di Cipro (se lo avete))

Preparazione…

  1. Iniziamo preparando la salsa di fave: prendiamo 150 gr di fave, sbucciatele e le facciamo bollire per 5 min in acqua bollente salata, poi le scoliamo in acqua e ghiaccio per non far perdere l’intensità del colore. Le mettiamo in un bicchiere da mixer insieme ad un pochino d’olio, pepe, sale molto poco e l’acqua della loro cottura, ricordatevi che deve risultare cremosa ma non densa. Finito di frullare la passiamo per eliminare gli eventuali residui.

  2. Cremoso al pecorino: Lo uso spesso, ma in questo caso era doveroso! Prepariamo il solito roux con burro e farina, appena inizia a prendere il colore nocciolato aggiungiamo il latte e il pecorino insieme ad un rametto di rosmarino, aggiustiamo di sale e pepe e mettiamo da parte.

  3. Guanciale: Facciamo sudare il guanciale, come per la carbonara o amatriciana, appena risulterà croccante lo togliamo dal suo grasso e lo mettiamo da parte su della carta assorbente.

  4. Cuociamo la pasta per 3/4 del tempo e poi passiamo nella padella del grasso del guanciale che avremo riacceso, aggiungiamo un bicchiere di vino rosso corposo e terminiamo la cottura. Negli ultimi 2 minuti di cottura aggiungiamo un mestolo di acqua di cottura, un po di cremoso e pepe.

  5. Impiattamento: Aiutandovi con un ring create il nido, prima di toglierlo versate la salsa di fave poi goccie di cremoso qua e la. Sulla pasta metteremo un cucchiaio di cremoso e posizionamo le fave crude ed il guanciale croccante un po’ di pepe ed un filo d’olio a crudo, ma non dimenticatevi di aggiungere delle scaglie di pecorino romano buonappetito!

  6. Il consiglio..

    Terminando il piatto io ho aggiunto qualche leggera scaglietta di sale nero di Cipro, più che per vezzo è stato prima di tutto per il sapore delicato e leggero che possiede ed ovviamente per il contrasto cromatico.

Il consiglio del sommelier…

Questa volta abbiniamo un rosso del Lazio alla pasta del I° Maggio con fave, pecorino e guanciale, un Cesanese del Piglio Campo Novo 2019 rosso fresco da uve Cesanese d’Affile, che riesce ad esaltare la sapidità del pecorino e del guanciale e allo stesso tempo la dolce cremosità delle fave, al naso sentore di visciole appena mature. AZIENDA : Casale della Ioria Acuto (FR) https://www.casaledellaioria.com/index.php/it

Il consiglio è offerto da: Patrizia il sommelier del ristorante Cavour di Ivrea. https://www.facebook.com/RistoranteCavour2.0

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da martanoskitchen

La cucina è come una bella donna, per conquistarla devi dare sempre il meglio di te, ricordandoti sempre che un pizzico di pepe non guasta mai..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.