Carciofi alla giudia

I carciofi alla giudia sono un piatto tipico della cucina giudaico romanesca. Sembra facile ma in realtà nasconde delle insidie, io uso la doppia frittura che in fin dei conti è come li fanno al portico d’Ottavia.

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni3
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per I carciofi alla giudia

3 carciofi mammole
1 l olio di arachide (Abbondante)
q.b. sale

Strumenti

Passaggi per i carciofi alla giudia

Per i carciofi alla giudia iniziamo a pulire per bene i carciofi eliminando le foglie più dure e tagliando la punta delle restanti infine tagliamo anche la parte finale del gambo, poi facciamoli riposare in un bagnetto di acqua acidulata (acqua e limone) per non farli annerire.

Versiamo l’olio in un pentolino dove i carciofi dovranno essere immersi completamente, perciò non lesiniamo con l’olio! portiamo l’olio ad una temperatura di 130/140° più o meno, asciughiamo per bene I carciofi e tuffiamoli nell’olio facendoli cuocere per circa 7/8 minuti.

Scoliamo i carciofi su dell’abbondante carta assorbente sbattendoli delicatamente per iniziare a far aprire la testa e nel frattempo alziamo il fuoco portando l’olio sui 180° grado più grado meno.

Facendo molta attenzione a non ustionarsi (magari aiutandosi con le pinze) pressiamo i carciofi per farli aprire a fiore cercando di allargare anche le foglie del cuore (con le dita) e quando l’olio avrà raggiunto la temperatura ideale uno alla volta immergiamoli di testa tenendo il carciofo dalla parte del gambo aiutandoci con una pinza da cucina.

Muovendoli su e giù cuociamoli per un minuto abbondante fino a quando le foglie avranno preso un bel colore marrone scuro, scoliamoli su altra carta assorbente e poi saliamo con sentimento.

Mangiateli belli caldi ed in silenzio per essere accompagnati da il loro crunch irresistibile.

E mi raccomando.. buon appetito!!

Se vi è piaciuta questa ricetta provate anche questa Vignarola romana

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da martanoskitchen

La cucina è come una bella donna, per conquistarla devi dare sempre il meglio di te, ricordandoti sempre che un pizzico di pepe non guasta mai..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.