Crea sito

ARANCINI DI RISO

Non vorrei assumermi responsabilità anche perché non ho origini siciliane, seppure moltissimi miei amici lo sono…questa ricetta me l’ha data un’amica che li chiama arancini, quindi spero di non fare arrabbiare troppo il fronte delle “arancine”.

Chiedo scusa sin d’ora.

A parte il nome però, ragazzi che bontà!

Sarebbero un finger food, ma poco finger, perché queste palle di riso ripiene di ragù sono delle vere e proprie bombe di goduria!

Un piatto unico dal sapore altrettanto unico, i miei figlie li adorano con il classico ripieno di riso e zafferano con ragù ai piselli. L’altra variante “bianca” con prosciutto e formaggio è meno apprezzata dai miei buongustai, ma altrettanto buona.

Il procedimento è lungo e attenzione perché non è vero (a detta della mia amica siciliana doc) che si possono anche preparare “con gli avanzi di riso”…assolutamente!! Un’offesa per lei!!

Ho imparato una ricetta veramente d’oro che condivido con onore.

  • DifficoltàAlta
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura4 Ore
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgriso Carnaroli
  • 1.5 lacqua
  • 1 bustina
  • 100 gburro
  • q.b.sale, pepe
  • 150 gfarina
  • 150 gpangrattato
  • 60 gParmigiano grattugiato

Per il ragù

  • 800 gcarne macinata mista
  • MezzoTubetto di concentrato di pomodoro
  • 200 gpassata di pomodoro
  • 300 mllatte
  • q.b.cipolla, sedano, carote per soffritto
  • q.b.sale
  • 150 gpiselli, in scatola, scolati

Preparazione

  1. 1. Con il burro imburrare bene una pentola alta messa sul fuoco al minimo (tutti i bordi e il fondo, finché il burro non si scioglie del tutto)

    2. Aggiungere l’acqua e portare a bollore, quindi versare il riso e lasciar cuocere a fuoco basso continuando a girare.

    3. Dopo 5 minuti, regolare di sale e aggiungere lo zafferano.

    4. Girare finché l’acqua non si è del tutto asciugata, deve essere “quasi” cotto. Prima di spegnere aggiungere il parmigiano e il pepe.

    5. Imburrare una teglia rettangolare, versare il riso e appiattire bene. Far raffreddare completamente.

  2. 6. Preparare il ragù facendo il soffritto, aggiungendo la carne e facendola rosolare per 6/7 minuti.

    7. Aggiungere il latte e far cuocere a fuoco medio per 10 minuti, regolare di sale.

    8. Aggiungere il concentrato di pomodoro e la passata di pomodoro, abbassare al minimo il fuoco e far cuocere per 3 ore e mezza. Quando mancano 10 minuti aggiungere i piselli.

  3. 9. Formiamo gli arancini: mettere un po’ di riso sul palmo della mano e aggiungere un cucchiaio di ragù.

  4. 10. Prendere ancora un po’ di riso, compattandolo sul bordo della pirofila e coprire il riso sul palmo della mano. Compattare bene con le mani, deve risultare una palla dura.

  5. 11. Mettere in frigo per almeno 30 minuti per far raffreddare bene il riso.

  6. 12. Preparare 150 gr di farina con 100 ml d’acqua per la pastella. Deve venire una pastella liquida.

    13. Passare le palline di riso nella pastella, scolare bene eventuali eccessi e passare nel pan grattato, schiacciando bene e togliendo tutti i residui. Deve essere una palla liscia.

  7. 14. Quelli che non si intendono consumare, possono essere congelati in questa fase. Prendere una pentola alta per friggere e versare olio di semi.

    15. Gli arancini devono essere completamente coperti con l’olio. Calarli con una schiumarola per non farli attaccare al fondo, tenerli per tutto il tempo nella schiumarola.

    16. Scolarli bene su carta assorbente e servire caldi.

Assaggiateli con il rispetto che si deve ad un arancino, mi raccomando..ha inizio il tour gastronomico nella meravigliosa isola delle delizie dolci e salate!
/ 5
Grazie per aver votato!