Spaghetti alla carbonara e corallo di pecorino

Spaghetti alla Carbonara  un piatto tipico della cucina romana.
Un piatto semplice, saporito e veloce da preparare, un piatto che ha conquistato
tutto il mondo. 
Secondo una delle ipotesi più attendibili, la carbonara nasce nel 44,
durante la liberazione alleata, quando un cuoco romano creò il piatto usando
gli ingredienti a disposizione dei soldati americani

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 320 gspaghetti
  • 100 g guanciale
  • 60 g pecorino romano
  • 3tuorli
  • Corallo di pecorino
  • q.b. pepe nero
  • q.b.sale

per il corallo di pecorino

  • 140 gacqua o brodo
  • 50 golio
  • 15 gfarina
  • 15 gpecorino

Preparazione

  1. 1. Tagliare il guanciale a bastoncini, scaldare una padella antiaderente, rosolare senza olio in fiamma bassa finché inizia a diventare dorato e croccante . Togliete il guanciale della padella e lasciare il grasso e tenetelo da parte su carta assorbente da cucina.

    2. Riunite tuorli in una terrina, aggiungete il pecorino e una generosa manciata di pepe. Sbattete gli ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo.

    3. Cuocete la pasta, scolatela al dente, trasferitela nella padella del guanciale con 1 mestolo di acqua di cottura della pasta.

    4. mentre arriva in cottura la pasta, tritate il guanciale croccante finemente.

    5. Quando la pasta arriva a cottura togliete del fuoco e mescolate con la crema realizzata con i tuorli e pecorino.

Preparazione del corallo

  1. 1. Per iniziare la preparazione del corallo di pecorino emulsioniamo in un mixer l’acqua, l’olio, la farina e il pecorino e continuiamo ad emulsionare fino ad ottenere un composto omogeneo.

    2. Facciamo scaldare una padella antiaderente per qualche minuto, quindi versiamo un cucchiaio di liquido sul fondo della padella. Naturalmente potete realizzare il corallo della dimensione che vi occorre. Aspettiamo qualche minuto e, non appena l’acqua inizierà ad evaporare, vedremo i primi buchetti: sarà quello il momento di togliere il corallo per metterlo ad asciugare su carta assorbente per farlo diventare croccante.

    3. Lasciamo riposare il corallo per circa un’ora, dopodiché possiamo usarlo per guarnire i nostri piatti.

Impiattare

Aiutatevi con una pinza di cucina e arrotolate gli spaghetti sul mestolo, posizionatevi sul piatto e sfilate delicatamente, facendo cadere un piccolo mucchietto di pasta sul piatto versare il pepe appena macinato , il guanciale finemente tritato e la cialda di pecorino. servite immediatamente.

Consiglio

considerate sempre un tuorlo di uovo a persona e ricordatevi di tirarle fuori prima di iniziare a cucinare, è meglio utilizzarle a temperatura ambiente e non fredde di frigo. Importantissimo: le uova si aggiungono per ultime, a fuoco spento, per evitare che si cuociano.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.