Crea sito

Pizza bianca in teglia

La pizza che sia bianca o rossa,con la mozzarella o con le verdure e’ buona sempre.

C’e’ chi la preferisce alta,chi bassa,chi poco cotta ,chi sofficiosa….insomma ce n’e’ per tutti i gusti.

Nella vita bisogna sperimentare e tentare e ritentare fino a che non si riesce nell’intento,sbagliando e correggendo per raggiungere l’obiettivo.

Molto spesso il risultato che immaginiamo non e’ quello che avremo realmente ma con la pratica e lo studio si riescono a riconoscere gli errori e a modificarli nel corso dei vai esperimenti.

Bisogna impare a conoscere le farine,la loro forza e quali sono i tempi di lievitazione che riescono a sopportare.

Insomma ho scoperto che dietro ad una semplice pizza o focaccia c’e’ un mondo affascinante tutto da scoprire.

Questa volta ho sperimentato la pizza bianca,con un mix di farine ed idratata all’80%.(non spaventatevi e impastate sempre)

Ingredienti:

  • Farina 0 W280 400 gr
  • Farina di farro 100 gr
  • Farina di grano duro Senatore Cappelli 100 gr

(Naturalmente potete usare 600 g di un solo tipo di farina che abbia una forza media per reggere bene la lievitazione lunga)

  • Lievito Madre 130 gr (lievito di birra 4gr)
  • Sale 12 gr
  • Acqua 480 gr
  • Olio 30 gr

Procedimento:

Ho bagnato la farina con 380 gr di acqua (assicuratevi che non resti farina asciutta) e ho lasciato in autolisi 1h e mezza in una ciotola coperta da pellicola.

Dopo questo tempo ho sciolto il lievito madre nella restante acqua (100 gr) e l’ho aggiunto un po’ per volta all’impasto.

Una volta amalgamato il lievito ho iniziato ad aggiungere l’olio,l’ho aggiunto in 3 volte.

Per ultimo ho aggiunto il sale ed ho impastato fino a che si fosse totalmente amalgamato.

Ho lasciato riposare per 20 min.

Poi ho fatto delle pieghe in ciotola visto che sara’ molto molle,ho preso l’impasto per un lembo e l’ho portato al centro della ciotola ,ho fatto questa operazione con tutti i lembi dell’impasto.

Ho lasciato riposare altri 30 min.

Ho leggermente infarinato il piano da lavoro e ho fatto le classiche pieghe a 3 ad intervallo di 30 min per 3 volte.

Ho oliato una ciotola (potete anche usare un boccale graduato per rendervi conto meglio della lievitazione) e ho lasciato lievitare l’impasto per 2 ore a temperatura ambiente e poi ho trasferito in frigo per 36 h.

Passato questo tempo ho tirato fuori dal rigo l’impasto,ho lasciato acclimatare per 1h e poi ho infarinato con la semola la carta forno sulla teglia del forno,ho versato l’impasto

ho allargato molto delicatamente prendendolo dagli angoli e poi ho affondato i polpastrelli al centro dell’impasto per arrivare ai bordi .

Non bisogna maltrattare l’impasto,non bisogna usare forza ma delicatezza.

Io lo lascio riposare ancora un’oretta.

Ho preparato un mix di acqua e olio e l’ho versato sull’impasto,ho messo anche il sale grosso.

[wpvideo qViwdrSE class=”data-temp-aztec-video”]

Ho preriscaldato il forno a 250 ,ho infornato per 15 min nella parte bassa del forno e altri 5 min nella parte alta.