Crema pasticciera

La crema pasticciera si utilizza fredda per farcire bigné, torte, millefoglie, per guarnire il fondo di una crostata alla frutta o anche per farcire tartelette. Se però la proponete come dessert, servitela preferibilmente tiepida. Se volete la crema soffice, per esempio per guarnire una saint-honoré, potete incorporare alla crema ancora calda 2 albumi montati a neve ferma e leggermente zuccherati.

220160305_095825

Ingredienti per la crema pasticciera:
4 tuorli
500 ml. di latte
100 gr. di zucchero
30 gr. di farina
1 stecca di vaniglia
Scorza di 1 limone bio

Preparazione:
Fate scaldare il latte in un pentolino. Se scegliete di aromatizzare la crema con la vaniglia, unite la stecca di vaniglia con la scorza del limone e portate a ebollizione. In una terrina, sbattete i tuorli con lo zucchero finché il composto diventa bianco, denso e spumoso. Incorporate la farina setacciata, cucchiaiata dopo cucchiaiata per evitare i grumi. Versate poi lentamente il latte bollente (eliminando la vaniglia e la scorza del limone), rimestando sempre.  Versate la preparazione in una casseruola e mettetela sul fuoco, lasciando addensare a fuoco lento per almeno 3-4 minuti. Togliete il pentolino dal fuoco. Versate la crema in un contenitore e lasciatela raffreddare girandola di tanto in tanto, perché non si formi la pellicola sulla superficie. Per evitare che durante il raffreddamento non si formi la pellicola in superficie, spolverizzatela di zucchero mentre è ancora calda.

La crema pasticciera si può conservare all’incirca 24 ore in frigo, in un recipiente a chiusura ermetica.