Crea sito

Torta alle ciliegie nere (ricetta rossiniana)

Ecco a voi un’altra ricetta tratta dal libro “A tavola con Rossini. Musica per il palato” di Thierry Beauvert. Come vi avevo già raccontato quando scrissi la ricetta degli asparagi al parmigiano (che trovate QUI), questo libro ci fa scoprire il Rossini buongustaio, sottolineando il rapporto tra il compositore ed il cibo, e presenta una serie di ricette alle quali il Maestro ha legato il proprio nome. Una di queste è la torta alle ciliegie nere, una buonissima crostata con confettura di ciliegie. Mi sono cimentata per la prima volta con la confettura e chi mi segue sui social ha potuto vedere che per snocciolare le ciliegie mi si sono annerite le mani (ci sono ancora delle macchie vicino alle unghie, che ho cercato di camuffare mettendo dello smalto colorato…).

  • Preparazione: 60 (+ raffreddamento della frolla e della confettura) Minuti
  • Cottura: 30 (+ 60 minuti di cottura della confettura) Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 6 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per la frolla

  • 300 g Farina 00
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 100 g Zucchero
  • 150 g Burro
  • 1 cucchiaino cannella
  • 1 pizzico Sale

Per la confettura

  • 1 kg ciliegie nere
  • 300 g Zucchero
  • succo di 1 limone
  • 1 cucchiaino cannella

Per spennellare

  • 1 tuorlo

Preparazione

  1. Prima di tutto preparate la pasta frolla. Setacciate la farina a fontana su una spianatoia e mettetevi al centro l’uovo intero, il tuorlo, lo zucchero, il sale ed il burro a pezzetti a temperatura ambiente. Impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Se l’impasto risulterà troppo asciutto aggiungete dell’acqua. Se invece risulterà troppo molle, aggiungete della farina. Poi formate una palla e fatela riposare in frigo per circa 1 ora. Io ho preparato la pasta frolla il giorno prima e l’ho tirata fuori dal frigo un po’ prima di stenderla, per farla ammorbidire.

    Intanto preparate la confettura. Snocciolate le ciliegie (io ho messo una ciliegia alla volta, “in piedi”, sul collo di una bottiglia e con un bastoncino tipo quelli da ristorante cinese ho premuto sulla ciliegia, così il nocciolo è caduto sul fondo) e cuocetele a fuoco moderato con il succo di limone, la cannella e lo zucchero per almeno 1 ora, mescolando di tanto in tanto, fino a quando otterrete una confettura abbastanza densa e non liquida.

    A questo punto, tirate fuori dal frigo la pasta frolla e con un mattarello stendetene i 2/3 sul piano di lavoro leggermente infarinato ad uno spessore di circa ½ cm. Poi mettetelo in uno stampo basso, imburrato ed infarinato, da circa 22 cm di diametro, bucherellate la superficie con una forchetta e ricoprite con la confettura raffreddata. Dopodiché stendete il restante impasto. Nel libro c’era scritto di formare delle mezzelune ma il mio stampino sembra più una banana… Sistemate le mezzelune, o le forme che vi vengono, vicino ai bordi della crostata. A questo punto, spennellate la frolla con un tuorlo sbattuto leggermente con una forchetta. Accendete il forno statico a 200° e, intanto che raggiunge la temperatura, mettete la torta in frigo. Infine, cuocetela nella parte bassa del forno per circa 30 minuti, finché la frolla non diventerà dorata.

    La vostra torta alle ciliegie nere è pronta! Non dimenticate di gustarla ascoltando un’opera di Rossini!

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.