Risogalo (per l’Ascensione)

Il risogalo è la ricetta che io e Lucia di unapennaspuntata.com abbiamo scelto per la nostra collaborazione di maggio, dedicata all’Ascensione, che quest’anno cade il 26 maggio.

Il risogalo non è altro che il risolatte greco, un dessert al cucchiaio fresco e genuino. La ricetta è davvero semplice: si tratta di riso cotto nel latte dolcificato con zucchero e aromatizzato con la cannella, oppure con limone o vaniglia. Il risogalo è perfetto per una merenda sana e nutriente ma è adatto anche a colazione o come dessert. Per renderlo ancora più goloso potete aggiungere del cacao in polvere o del cioccolato fuso. In alternativa, potete aggiungervi un po’ di burro d’arachidi (la mia nuova droga), come ho fatto io. Io l’ho sempre gustato freddo ma ho letto che c’è chi lo mangia caldo.

Avevo già fatto il riso e latte ad agosto, in occasione della festa di San Ludovico. Infatti, nonostante sia un dolce povero, compariva anche sulla tavola di San Luigi IX re di Francia. Recentemente, però, ho scoperto su Instagram, grazie a Simona di @pensieriepasticci, che si tratta di una ricetta che in alcune zone del beneventano viene fatta in occasione della festa dell’Ascensione. Poi, anche Lucia mi ha parlato di questa tradizione, legata però alla Grecia, così ho deciso di rifarlo, con una ricetta leggermente diversa, che prevede l’amido di mais che lo rende ancora più cremoso.

Alla base della tradizione greca per l’Ascensione, c’è l’usanza di non consumare il latte munto in questo giorno perché porterebbe sfortuna e quello che non veniva consumato veniva regalato, di solito ai poveri. Con il latte che eventualmente avanzava e che ormai non era più freschissimo, il giorno dopo si preparava il risolatte.

In Italia c’è un’usanza simile in provincia di Benevento: nel giorno dell’Ascensione, si usava regalare il latte appena munto, che veniva o bevuto al naturale o utilizzato per realizzare il risolatte. Il riso veniva cotto nel latte e aromatizzato a piacere, oppure addolcito semplicemente con dello zucchero. E’ una tradizione molto antica, che probabilmente era presente anche in altre regioni italiane, soprattutto del Centro-Sud. Infatti, mia madre, quando mio fratello ed io eravamo piccoli, ci faceva spesso il riso col latte, generalmente in estate, però non in un giorno preciso. Inoltre, ho scoperto che il “riso col latte” (a casa dei miei si chiamava proprio così) si prepara in occasione dell’Ascensione anche ad Agnone, in provincia di Isernia, non lontano dal mio paese di origine.

La ricetta del risogalo è tratta da www.cookaround.com

QUI trovate l’articolo di Lucia sulla tradizione greca dell’Ascensione.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaGreca

Ingredienti

1 l latte intero
1/2 tazza riso (preferibilmente Vialone nano)
1 tazza acqua
4 cucchiai amido di mais (maizena)
1 cannella in stecca
12 cucchiai zucchero
q.b. cannella in polvere
505,34 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 505,34 (Kcal)
  • Carboidrati 98,87 (g) di cui Zuccheri 64,20 (g)
  • Proteine 10,62 (g)
  • Grassi 9,22 (g) di cui saturi 5,73 (g)di cui insaturi 3,40 (g)
  • Fibre 0,69 (g)
  • Sodio 4,68 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 214 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

1 Pentola
1 Coperchio
1 Cucchiaio di legno
1 Ciotolina
1 Cucchiaio

Passaggi

Per preparare il risogalo, per prima cosa mettete il riso in una pentola capiente con l’acqua. Quindi, accendete il fuoco a fiamma medio-bassa e fate cuocere il riso, con coperchio, fino a completo assorbimento dell’acqua. Ci vorranno circa cinque minuti.

Poi aggiungete la cannella ed il latte, tenendone da parte 50 ml, e mescolate bene con un cucchiaio di legno. Quindi, unite lo zucchero e mescolate di nuovo.

A questo punto, fate cuocere i risogalo, a fuoco medio, mescolando continuamente, fino a quando il composto si restringerà, ottenendo una crema densa e un po’ collosa.

Verso la fine della cottura eliminate la stecca di cannella.

Poi, in una ciotolina, mescolate il latte rimanente con la maizena, dopodiché aggiungetelo al risogalo, proseguendo la cottura per qualche altro minuto.

Infine, lasciate intiepidire il risogalo e poi mettetelo a raffreddare completamente in frigorifero.

Vi consiglio di servirlo in tazze o coppette spolverizzandolo con della cannella in polvere, oppure con del cacao o con una colata di cioccolato fuso.

Ti piacciono le mie ricette? Seguimi anche sulla mia pagina facebook https://www.facebook.com/michelavitantoniomanidipastafrolla/ o su Instagram https://www.instagram.com/mani_di_pasta_frolla/?hl=it

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.