Angel cake (torta degli angeli)

La Angel cake è la ricetta che Lucia di una pennaspuntata.com ed io vi proponiamo per la nostra collaborazione di questo mese, dedicata agli Angeli Custodi, che si festeggiano il 2 ottobre. La Angel cake è una ciambella americana di origine ottocentesca che ha una storia molto interessante e che veniva considerata il cibo degli angeli, tanto che viene chiamata anche “Angel food cake” o “torta degli angeli” perché è bianchissima e leggerissima, quasi impalpabile. Infatti, per la sua consistenza sembra di mangiare una nuvola.

La Angel cake ha la particolarità di non contenere grassi; quindi, è perfetta anche per chi è a dieta. Inoltre, è un dolce adatto a chi è intollerante al lievito chimico, perché come agente lievitante viene usato il cremor tartaro. A donarle la sua caratteristica consistenza soffice e quasi spugnosa sono gli albumi, che costituiscono l’ingrediente principale di questa ricetta e che è importante usare a temperatura ambiente: se conservate le uova in frigorifero, toglietela almeno 2-3 ore prima di utilizzarle. Per aromatizzare questa torta si usa l’estratto di vaniglia (come nella mia versione), oppure la scorza grattugiata di limone o, per un sapore più intenso, l’aroma alla mandorla.

La Angel cake viene preparata in uno stampo specifico, che è lo stesso che si usa per la chiffon cake, tanto che molti confondono le due torte, che però si preparano in modi e con ingredienti diversi. Questo stampo, che non deve essere imburrato, è una tortiera a ciambella molto alta, di almeno 10 cm, che ha una base estraibile e dei piedini che permettono alla torta di essere raffreddata a testa in giù. Se non avete questo stampo, potete utilizzarne uno classico per ciambella, possibilmente molto alto, e raffreddare il dolce a testa in giù appoggiandolo sul collo di una bottiglia.

La Angel cake è un dessert molto versatile, ottimo sia da solo che accompagnato con frutta fresca o salse. È ideale da consumare a colazione ma si presta anche ad essere utilizzata al posto del pan di Spagna, come base per torte farcite. Per la sua semplicità e leggerezza, è perfetta per essere servita con una pallina di gelato, una coulis alla frutta o una crema al cioccolato. Inoltre, può essere decorata con una glassa e con delle spezie. Io l’ho spolverizzata con dello zucchero a velo e l’ho accompagnata con una crema pasticcera che ho realizzato con i tuorli avanzati.

Ora veniamo alla ricetta.

Intanto, Lucia QUI ci parla della storia di questa torta.

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni6 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaAmericana

Ingredienti

425 g albumi (circa 12 albumi medi, a temperatura ambiente)
270 g zucchero
160 g farina 00
6.5 g cremor tartaro
2.5 g sale
4 g estratto di vaniglia (3/4 di cucchiaino)

Per spolverizzare

q.b. zucchero a velo
301,25 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 301,25 (Kcal)
  • Carboidrati 67,79 (g) di cui Zuccheri 48,45 (g)
  • Proteine 10,49 (g)
  • Grassi 0,19 (g) di cui saturi 0,00 (g)di cui insaturi 0,00 (g)
  • Fibre 0,59 (g)
  • Sodio 321,92 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 89 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

1 Planetaria con frusta
oppure1 Sbattitore
1 Setaccio
1 Spatola
1 Stampo per Angel cake da 22-24 cm di diametro
1 Stecchino da spiedino

Passaggi

Per preparare la Angel cake, per prima cosa mettete gli albumi nella ciotola della planetaria (in alternativa, potete usare uno sbattitore) e lavorateli con la frusta a neve ben ferma, per almeno dieci minuti.

Poi unite il cremor tartaro e l’estratto di vaniglia (potete usare anche altri aromi) e continuate a lavorare.

A questo punto, aggiungete gradatamente lo zucchero, sempre continuando a lavorare, fino a quando sarà stato completamente assorbito.

Ora unite la farina setacciata e mescolate delicatamente con una spatola, con movimenti dal basso verso l’alto per non smontare gli albumi, fino a quando sarà tutta incorporata. Poi aggiungete un pizzico di sale e continuate a mescolare.

Quindi, trasferite l’impasto in uno stampo per Angel cake, senza imburrarlo, e livellate la superficie.

Ora fate cuocere in forno statico preriscaldato a 175- 180 ° per circa 40 minuti, verificando la cottura con uno stecchino da spiedino. Poi aspettate 5 minuti a forno spento, dopodiché togliete il dolce dal forno.

A questo punto, mettete la torta a raffreddare sugli appositi piedini dello stampo.

Quando sarà completamente freddo, fate scivolare una spatola (o la lama di un coltello) lungo il bordo dello stampo e staccatelo. Ripetete la stessa operazione per far staccare la base e trasferite il dolce su un piatto, capovolgendolo a testa in giù.

Infine, spolverizzate la Angel cake con dello zucchero a velo e servitela.

NOTE

Io ho decorato la Angel cake con dei fiorellini di zucchero.
Con i tuorli avanzati ho realizzato una crema pasticcera con cui accompagnare il dolce.

Ti piacciono le mie ricette? Seguimi anche sulla mia pagina facebook https://www.facebook.com/michelavitantoniomanidipastafrolla/ o su Instagram https://www.instagram.com/mani_di_pasta_frolla/?hl=it

4,5 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.