Amarettoni di Sant’Antonio

Gli amarettoni di Sant’Antonio sono dei biscotti che derivano dalla ricetta del dolce del Santo, una torta dedicata a Sant’Antonio tipica di Padova. Sono dei biscotti croccanti all’esterno e morbidi all’interno. Gli amarettoni di Sant’Antonio sono semplici da realizzare e sono perfetti sia da mangiare dopo pasto che in qualsiasi momento della giornata. Inoltre, sono adatti per essere regalati.

Anticamente, i frati della Basilica di Sant’Antonio a Padova avevano l’abitudine di offrire ai poveri della città e ai pellegrini affamati un pane che nel corso degli anni si è trasformato, grazie a pasticcieri della zona, in diversi dolci. Sulla scia di questa tradizione e per accontentare le richieste dei numerosi turisti, sono state elaborate diverse ricette e creati dei dolci molto apprezzati.

Attualmente, gli amarettoni di Sant’Antonio si possono acquistare tutto l’anno presso le pasticcerie e i negozi alimentari di Padova. Noi siamo stati a Padova quasi tre anni fa e abbiamo acquistato il dolce del Santo, che in seguito ho rifatto a casa, ma non mi sembra di aver visto questi amarettoni, che ho scoperto sul profilo Instagram di Simona di www.pensieriepasticci.it

  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura14 Minuti
  • Porzioni30 biscotti circa
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

2 albumi
200 g mandorle pelate
50 g mandorle (non pelate)
200 g zucchero
50 g arancia candita (a piccoli cubetti)
q.b. zucchero a velo (per spolverizzare)
417,50 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 417,50 (Kcal)
  • Carboidrati 46,81 (g) di cui Zuccheri 43,80 (g)
  • Proteine 10,04 (g)
  • Grassi 21,83 (g) di cui saturi 0,32 (g)di cui insaturi 3,66 (g)
  • Fibre 4,47 (g)
  • Sodio 29,32 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 85 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

1 Mixer
1 Ciotola capiente
1 Spatola
1 Teglia
Carta assorbente
1 Gratella per dolci

Passaggi

Per preparare gli amarettoni di Sant’Antonio, per prima cosa tritate in un mixer i due tipi di mandorle con lo zucchero.

Poi, in una ciotola capiente, montate a neve ben ferma gli albumi.

A questo punto, unite il composto di mandorle ed i canditi agli albumi montati, mescolando delicatamente con una spatola. L’impasto ottenuto dovrà risultare un po’ appiccicoso. Quindi, con le mani inumidite, formate delle palline grandi come una noce.

Ora adagiate le palline, ben distanziate tra loro, su una teglia rivestita di carta da forno.

Poi fate cuocere gli amarettoni in forno statico preriscaldato a 175° per 13-14 minuti: devono colorarsi appena e i bordi scurirsi un poco.

Infine, sfornateli e fateli intiepidire per qualche minuto sulla teglia, dopodiché trasferiteli su una gratella per farli raffreddare completamente.

Prima di servirli, spolverizzateli con dello zucchero a velo.

NOTE

Gli amarettoni di Sant’Antonio si conservano per diversi giorni in una scatola chiusa.

Ti piacciono le mie ricette? Seguimi anche sulla mia pagina facebook https://www.facebook.com/michelavitantoniomanidipastafrolla/ o su Instagram https://www.instagram.com/mani_di_pasta_frolla/?hl=it

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.