Crea sito

Milk Pan








Il Milk Pan, a dispetto del nome anglofono, è un dolce natalizio tipico di Campobasso. Durante le vacanze di Natale dell’anno scorso, quando eravamo in Molise dai miei, ce lo offrì Gabriella, un’amica di mia madre, e ricordai di averlo già mangiato diversi anni prima. Mi piacque così tanto che feci una testa così ai miei, tanto che mio fratello andò a comprarmelo. Si tratta di un dolce a forma di zuccotto ricoperto da una golosa glassa alle nocciole e cioccolato bianco. L’interno è bagnato dal liquore Milk, che però è difficile da trovare fuori dal Molise, così l’ho sostituito con il nocino fatto in casa da mia cugina Ludovica.
L’origine del Milk Pan si deve alla pasticceria Iannetta, che lo ha ideato. Come accade spesso in questi casi, la ricetta è segreta ma ovviamente circolano diverse versioni che cercano di eguagliare quella originale. Io ho seguito la ricetta di www.chiarapassion.com e il risultato finale è un Milk Pan che somiglia molto a quello che potete mangiare a Campobasso.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni8 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 150 gBurro
  • 150 gZucchero
  • 3Uova
  • 80 gAmido di mais (maizena)
  • 8 glievito per dolci (1/2 bustina)
  • 80 gFarina 00
  • 60 gliquore al latte Milk o preferito (io ho usato il nocino)
  • 1 cucchiainoEstratto di vaniglia
  • 1 pizzicoSale
  • 150 gCioccolato bianco
  • 1 cucchiaioolio di semi (io ho usato quello di girasole)
  • 1 cucchiaiocrema alle nocciole

Strumenti

  • Stampo per zuccotto

Preparazione

  1. Per prima cosa, mettete fuori dal frigo il burro per farlo ammorbidire. Poi, con le fruste elettriche, montate il burro ammorbidito con lo zucchero fino ad ottenere un composto omogeneo. Poi unite uno alla volta i tuorli e continuate a sbattere, dopodiché aggiungete il liquore e l’estratto di vaniglia e mescolate ancora.

    A questo punto, montate gli albumi a neve con un pizzico di sale e aggiungeteli al composto di burro mescolando alla velocità minima. Poi unite anche la farina, la maizena ed il lievito setacciati e mescolate con le fruste per un minuto, fino a quando l’impasto risulterà cremoso.

    Imburrate ed infarinate (se usate uno stampo in silicone, questa operazione non è necessaria) uno stampo per zuccotto da 20 cm di diametro e versatevi l’impasto. Poi fate cuocere in forno statico preriscaldato a 170° per circa 45 minuti. Se la superficie dovesse scurirsi troppo, copritela con un foglio di alluminio. Inoltre, vi consiglio di fare la prova con uno stuzzicadenti per verificare la cottura.Quando è il Milk Pan è cotto, sfornatelo, fatelo raffreddare e poi sformatelo mettendolo su una gratella.

    Intanto, tritate grossolanamente il cioccolato bianco e fatelo sciogliere a bagnomaria: riempite una pentola con circa tre dita d’acqua, posizionatevi sopra una pentola più piccola e ponete al suo interno il cioccolato. E’ importante fare attenzione che il pentolino non tocchi né i bordi né l’acqua della pentola sottostante e che il cioccolato non venga a contatto con l’acqua, altrimenti si formeranno i grumi. Accendete la fiamma a fuoco medio- basso e quando il cioccolato comincia a fondere, iniziate a mescolare con una spatola. Una volta che si sarà completamente sciolto, spegnete il fuoco e aggiungete l’olio e la crema alle nocciole. Mescolate per far amalgamare bene gli ingredienti.

    A questo punto, versate la glassa in modo uniforme sul dolce (per questa operazione potete aiutarvi con una spatola) e fatela asciugare per qualche ora prima di servirlo.

NOTE

Il Milk pan si conserva a temperatura ambiente per circa 5 giorni in un porta torte.

Se il dolce è destinato ai bambini, potete sostituire il liquore con la stessa quantità di latte intero e aggiungere della buccia grattugiata di un’arancia.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.