Diavoli a cavallo

I diavoli a cavallo sono un antipasto comunemente preparato per le feste di Natale, che può essere servito come spiedino oppure su fette di pane.
La ricetta dei diavoli a cavallo fa parte di “Un Avvento da gustare”, il progetto in collaborazione con Lucia di unapennaspuntata.com In realtà, Lucia mi aveva proposto gli Angeli a cavallo, un antipasto particolare della cucina anglosassone inventato negli anni ’60 dell’800 e che poi è diventato particolarmente famoso come piatto natalizio in virtù del nome. Però, dato che si tratta di un piatto a base di ostriche e io cucino quasi esclusivamente pesce surgelato (se lo preparano gli altri, tipo il marito, che non avrebbe mai immaginato di ritrovarsi a cucinare pesce fresco, lo mangio volentieri, sia chiaro), ho optato per la versione senza pesce, a base di prugne al posto delle ostriche, che vengono avvolte nella pancetta. Comunque, sappiate che io ci avevo messo tutta la mia buona intenzione: infatti, ero andata alla ricerca delle ostriche ma non le ho trovate. Che peccato. Avevo anche pensato al piano B, le cozze, ma quelle che ho visto non mi ispiravano… Doppio peccato. Quindi, non potete accusarmi di non averci provato.
Comunque, per questo progetto ho già superato me stessa per gli ingredienti particolari che ho usato (anatra, cervo, aglio… Va beh, l’aglio sarebbe normale ma a casa nostra è bandito) e non si sa mai che un giorno io superi anche lo scoglio (è proprio il caso di dirlo) del pesce fresco e cominci a cucinarlo ma credo che i traumi infantili vadano superati un po’ alla volta.
La variante dei diavoli a cavallo deriva dagli angeli a cavallo e, anziché le ostriche, utilizza le prugne secche macerate nel cognac ma nel blog da cui ho tratto la ricetta, armoniapaleo.it, l’alcol non era previsto.
Con gli angeli e i diavoli a cavallo si inscenava una guerra ultraterrena sulla tavola natalizia, avendo cura di portare in tavola più angeli che diavoli, per propiziare la vittoria. Questa usanza si può ricollegare alla tradizione tedesca per cui il 5 dicembre calano sulla Terra i Krampus, dei diavoli che San Nicola scaccerà il giorno dopo riportando la pace ma di questo ci parla Lucia QUI.

dav
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaBritannica

Ingredienti

16 prugne secche (denocciolate)
8 fette pancetta fresca
16 mandorle pelate
q.b. sale dell’Himalaya (rosa)
210,42 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 210,42 (Kcal)
  • Carboidrati 15,24 (g) di cui Zuccheri 8,79 (g)
  • Proteine 10,76 (g)
  • Grassi 12,12 (g) di cui saturi 3,31 (g)di cui insaturi 5,98 (g)
  • Fibre 2,04 (g)
  • Sodio 560,45 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 68 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

16 Stecchini
1 Teglia
Carta forno

Passaggi

Per preparare i Diavoli a cavallo, per prima cosa mettete una mandorla all’interno di ogni prugna.

Poi avvolgete ogni prugna con mezza fetta di pancetta.

Quindi, fissate l’involtino con uno stecchino ed insaporite con un pizzico di sale.

A questo punto, disponete gli involtini su una teglia rivestita di carta da forno e fateli cuocere in forno preriscaldato (io ho usato la funzione statica) a 200° per 10 minuti, fino a quando la pancetta risulterà dorata e croccante.

Serviteli caldi.

Ti piacciono le mie ricette? Seguimi anche sulla mia pagina facebook https://www.facebook.com/michelavitantoniomanidipastafrolla/ o su Instagram https://www.instagram.com/mani_di_pasta_frolla/?hl=it

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.