Crea sito

Crema di fave, cicoria e noci

Avevo delle fave secche che mi erano rimaste dopo aver fatto, a giugno, la torta di San Pietro, quindi, quando ho visto la ricetta della crema di fave, cicoria e noci sulla rivista “Bene Insieme” della Conad, ho deciso di prepararla. Rispetto alla ricetta originale, però, ho aumentato il tempo di cottura della cicoria (chissà perché a me le cose per cuocersi ci mettono sempre il doppio del tempo di quello riportato dalle ricette).
Spesso la crema o il purè di fave viene accompagnata con la cicoria ed è una ricetta tipica della Puglia, infatti le fave che ho utilizzato sono pugliesi.
Tra l’altro, ora che il marito si è convertito a creme e vellutate, farò queste ricette più spesso. Io ho mangiato la crema di fave, cicoria e noci a pranzo, invece al marito l’ho propinata a cena: ha detto che il sapore delle fave somiglia a quello dei fagioli, che lui ama molto mentre io non più di tanto, quindi, alla fine questo piatto è piaciuto più a lui che a me.

Ti piacciono le mie ricette? Seguimi anche sulla mia pagina facebook https://www.facebook.com/michelavitantoniomanidipastafrolla/ o su Instagram https://www.instagram.com/mani_di_pasta_frolla/?hl=it

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora 40 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gfave secche
  • 2 cespicicoria
  • 1 spicchioaglio (io l’ho omesso)
  • q.b.peperoncino (io ho usato quello di Cayenna)
  • 4 lcirca di brodo vegetale (o di acqua)
  • 1 filoolio extravergine d’oliva
  • q.b.sale
  • q.b.pepe
  • 80 ggherigli di noci

Strumenti

  • 1 Ciotola
  • 1 Scolapasta
  • 2 Pentole
  • 1 Cucchiaio di legno
  • 1 Coltello
  • 1 Padella
  • 1 minipimer

Preparazione

  1. Per preparare la crema di fave, cicoria e noci, per prima cosa la sera prima mettete le fave secche a bagno e tenetele in acqua tutta la notte, o comunque per 12 ore.

    Il giorno dopo, togliete le fave dall’acqua e sciacquatele, dopodiché mettetele in una casseruola coprendola con del brodo vegetale oppure con dell’acqua calda. Poi fatele cuocere finché non diventano tenerissime (ci vorrà almeno un’ora e mezza): premendole con un cucchiaio di legno, devono ridursi in purea.

    Intanto, pulite la cicoria eliminando le coste più dure. Poi lavatela e tagliate le foglie a metà. Quindi, fatela cuocere in acqua bollente salata per circa 15 minuti, dopodiché scolatela, strizzatela e passatela in padella con olio, aglio (che io ho omesso) e del peperoncino tritato. Alla fine, togliete lo spicchio d’aglio.

    Quando le fave saranno cotte, regolate di sale e pepe e passatele al minipimer, oppure schiacciatele con una forchetta.

    Infine, mettete la purea ottenuta in un piatto da portata, coprite con la cicoria e guarnite con le noci sbriciolate.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.