Burbara (per Santa Barbara)

Il Burbara è un dolce di grano di origine orientale che viene preparato tradizionalmente per Santa Barbara. Si fa soprattutto Turchia, in occasione dell’Ashura, il decimo giorno del primo mese dell’anno lunare nuovo ma viene preparato anche dai cattolici in Palestina il 4 dicembre, per la festa di Santa Barbara. Il Burbara è un dolce tradizionale che si prepara anche quando ad un bambino spunta un dente, allora si invitano i parenti e i vicini, ai quali si offre questo piatto. Come spesso succede con le ricette tradizionali, ci sono diverse versioni, che variano a seconda della famiglia che le prepara.
In diverse zone del mondo, Santa Barbara è collegata al grano. Infatti, nel sud della Francia, in particolare in Provenza, vi è la tradizione natalizia del grano di Santa Barbara. Questa tradizione, che si svolge ogni anno il 4 dicembre, consiste nel seminare semi di grano sul cotone umido in tre piattini (che simboleggiano la Trinità) e lasciati germogliare fino al giorno di Natale: il grano di Santa Barbara ben germogliato è simbolo di prosperità per l’anno nuovo. Si possono utilizzare anche le lenticchie o i ceci. Infatti, da bambina facevo una cosa simile con le lenticchie (se non sbaglio, me lo insegnarono a scuola) ma non ricordavo che questa usanza fosse collegata a Santa Barbara. Inoltre, in Grecia, la sera del 4 dicembre, il grano di Santa Barbara è anche festeggiato in particolare nelle chiese di Cefalonia, dove viene benedetta una zuppa di grano.
L’ingrediente base del Burbara è il grano in chicchi, che viene cotto in acqua, con aggiunta di frutta, zucchero e spezie e poi viene guarnito con frutta secca. Questo dolce viene chiamato anche “budino di Noè” ed è fatto con diversi ingredienti senza dosi precise perché, quando ci fu il diluvio universale, i piccioni uscirono e portarono con i loro becchi un po’ del cibo che riuscirono a trovare. Quindi, anche se io ho specificato le dosi che ho usato, potete tranquillamente variarle. Inoltre, non spaventatevi di trovare i legumi in un dolce: tutti gli ingredienti insieme stanno benissimo! La ricetta del Burbara è legata anche al miracolo di Santa Barbara: mentre fuggiva attraverso i campi di grano appena piantato, le spighe ricrebbero subito per non lasciare traccia del suo cammino.

La ricetta del Burbara, tratta da nena-news.it, fa parte del progetto “Un Avvento da gustare”, in collaborazione con Lucia di unapennaspuntata.com QUI trovate il suo articolo sull’argomento.

Provate anche la colliva di San Teodoro.

dav
  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora 30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaTurca

Ingredienti

250 g grano (io ho usato quello già cotto)
1 l acqua
100 g uvetta
30 g ceci secchi (o fagioli)
1 cucchiaio anice in polvere
1/2 arancia (scorza grattugiata)
3 chiodi di garofano macinati
q.b. zucchero (40 g circa)
q.b. frutta disidratata (io ho usato pinoli, mandorle e pistacchi)

Per la guarnizione

q.b. melagrana (chicchi)
q.b. pinoli
309,89 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 309,89 (Kcal)
  • Carboidrati 71,32 (g) di cui Zuccheri 34,31 (g)
  • Proteine 7,41 (g)
  • Grassi 2,12 (g) di cui saturi 0,26 (g)di cui insaturi 1,36 (g)
  • Fibre 3,69 (g)
  • Sodio 24,94 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 129 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

1 Ciotola
1 Scolapasta
1 Pentola
1 Cucchiaio di legno
4 Bicchieri o Coppette

Passaggi

Per preparare il Burbara, la sera prima mettete a bagno i legumi e la mattina successiva scolateli e sciacquateli.

Poi fateli cuocere a fuoco lento in un litro d’acqua bollente per almeno un’ora.

Quindi, aggiungete il grano (se usate il grano non cotto, fatelo cuocere dall’inizio con i legumi), l’uvetta, la frutta secca, le spezie e la scorza grattugiata dell’arancia e fate cuocere il tutto ancora per mezz’ora.

Poi aggiungete lo zucchero e mescolate con un cucchiaio di legno.

Infine, servite il dolce distribuendolo in bicchieri o coppette e guarnite con chicchi di melagrana e pinoli.

Il Burbara è buono sia tiepido che freddo.

La ricetta originale usava i fagioli ma metteva, come alternativa, i ceci. Io ho usato questi ultimi perché mi piacciono di più ma potete usare anche altri tipi di legumi, tranne i piselli.

Ti piacciono le mie ricette? Seguimi anche sulla mia pagina facebook https://www.facebook.com/michelavitantoniomanidipastafrolla/ o su Instagram https://www.instagram.com/mani_di_pasta_frolla/?hl=it

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.