Crea sito

Torta pensione n. 2

Ed ecco la seconda torta pensione decorata che ho preparato per festeggiare il pensionamento di mia cognata, maestra di scuola materna (dell’infanzia secondo le nuove diciture…), si tratta di una torta paradiso decorata con pdz, e farcita con una crema di mia invenzione, che volevo assomigliasse quella dei cioccolatini Raffaello.

Per realizzare questa torta ho dovuto sudare le fatidiche sette camicie, soprattutto perchè doveva essere una torta a sorpresa, e nascondere la sua realizzazione non è stata cosa da poco, dato che l’interessata si trovava proprio ad un tiro di schioppo, perchè le nostre casette in campagna sono adiacenti e sempre aperte! Ho impiegato circa quattro giorni per preparare tutto, anche se le ricerche di idee sul web erano cominciate qualche mese prima…

Non sono mancati gli intoppi: giornate calde e umide che non vanno bene per la pdz (non asciuga) e… il mio cane che in un attimo è riuscito a “papparsi” una bambina… una tragedia!!! Naturalmente ne ho dovuto creare un’altra all’ultimo minuto, ma la concentrazione a quel punto era svanita… mica sono Michelangelo io!!!!

Ingredienti

TORTA PARADISO (diam. 30 cm ca.)

6 uova

450 g di zucchero

225 g di farina 00

225 di fecola di patate

11 cucchiai di latte

11 cucchiai di olio di semi

la buccia grattugiata di due limoni

2 bustine di vaniglia

1 bustina e 1/2 di lievito per dolci

CREMA SIMIL RAFFAELLO

400 g di crema di nocciole bianca

100 g di wafer alla vaniglia

100 g di granella di mandorle

50 g di farina di cocco

200 g di panna da cucina

Preparazione della torta paradiso: separate i tuorli dagli albumi. Sbattere i tuorli con le fruste, aggiungendo 9 cucchiai di acqua bollente, (li vedrete gonfiare incredibilmente!), e pian piano aggiungete i 2/3 dello zucchero, cioè 300 g (il resto dello zucchero lo dovete aggiungere agli albumi). I tuorli vanno montati per non meno di 15 minuti! Nel frattempo miscelate la farina, la fecola e il lievito. Unite ai tuorli la buccia dei limoni e la vanillina. Agendo sempre con le fruste, aggiungete poco a poco la farina miscelata, alternando con latte e olio. A questo punto montate le chiare a neve con lo zucchero e un pizzico di sale, e incorporatele al composto aiutandovi con un cucchiaio, mescolando dall’alto verso il basso delicatamente. versare il tutto nella tortiera imburrata e infarinata, e infornare a 175° per 50 minuti circa, naturalmente fate la prova stecchino!

Crema simil Raffaello: fate ammorbidire la crema di nocciole al micro o a bagno maria, e poi procedete miscelando tutti gli ingredienti…. Vi assicuro che questa crema ha ottenuto un successo strepitoso!


13 Risposte a “Torta pensione n. 2”

  1. @ Caterina, @ Vicky, @ Susanna, @ Eleme
    Vi ringrazio tantissimo per tutti i vostri complimenti, siete molto care!

  2. @ Sunflowers8
    Grazie mille!

    @ Luna
    E’ vero, era contentissima! Grazie dei complimenti Luna, piacere di conoscerti!

  3. Zietta!!!Questa torta è stata un vero colpo di scena!!!=D ti è riuscita benissimo!!!seitroppo brava!!!kiss ;D

  4. @Marty
    Hai ragione… un po’ di pazienza è stata necessaria, però alla fine grande soddisfazione! Un abbraccio anche a te!
    @Cristina
    Criiiii, ciao, che sorpresa! Si, in effetti era inaspettata… e quindi… colpo di scena! Ti auguro una buon settimana. Un bacio 🙂

  5. Fantastica!! Sarebbe perfetta per il compleanno della mia nonnina della prossima settimana..Ma la mia mami ha appena iniziato con la pasta di zucchero e non credo proprio che sarebbe capace..uffi
    Complimenti
    bau bau

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.