Pizza paesana

Chi non ama la pizza alzi la mano! Nessuno, lo sapevo! J E la pizza paesana, come l’ho soprannominata io, sono sicura che piacerà tantissimissimo! Sapori forti e decisi come quello della cipolla o del formaggio semi stagionato da accompagnare con un bel bicchiere di birra, o anche vino rosso, perché no, insieme ai nostri amici più cari.

Preparate loro una pizza come questa e vedrete che ve la chiederanno ancora, e ancora, e ancora…..

pizza paesana con cipolle, acciughe e olive

Pizza paesana

Ingredienti per 5 pizze al piatto

farina di rimacinato*, 150 g

farina 00, 350 g

lievito madre, 150 g
(rinfrescato da 4 ore almeno)

acqua, 350 g

malto o miele, 1 cucchiaino

olio extravergine d’oliva, 2 cucchiai

sale, 10 g

cipolle, 2

olive nere, 100 g

pecorino o caciocavallo semi stagionato, 100 g

polpa di pomodoro, 400 g

acciughe, q.b.

origano, un pizzico

sale, q.b.

pangrattato, q.b.

pizza rustica paesana

*per farina di rimacinato si intende la farina di semola, in ogni caso potrete sostituirla con farina 0 o manitoba.

Sciogliete il lievito madre in 300 g di acqua (l’acqua rimanente tenetela da parte), aggiungete il malto (o il miele) e poco alla volta la farina. Impastate a mano o in planetaria fino a compattare gli ingredienti.

Sciogliete il sale nell’acqua tenuta da parte e aggiungetelo all’impasto, fate incorporare impastando ancora.

Infine aggiunete l’olio. Continuate ad impastare fino ad ottenere un bell’impasto che risulterà possibilmente leggermente appiccicoso. Lasciate riposare coperto per circa 20 minuti.

Mettete abbondante farina sul piano di lavoro e ribaltatevi l’impasto, sporcando di farina anche la parte superiore. Appiattite l’impasto con le mani e ripiegate un lembo verso il centro, e l’altro sopra quest’ultimo.

Appiattite ancora con le mani e ripetete l’operazione delle pieghe altre due volte. Formate una palla, mettete in un recipiente, coprite con pellicola e lasciate lievitare in frigorifero fino al giorno dopo.

Se preferite impastare in giornata vi consiglio di farlo al mattino e lasciare lievitare in un luogo tiepido al riparo da correnti fino per circa 4-5 ore.

Riprendete l’impasto (lasciate acclimatare un’oretta se è nel frigo), dividetelo in cinque parti se volete preparare una pizza al piatto come quelle in foto, oppure suddividetelo in due teglie di circa 30×40.

Coprite leggermente con della pellicola e fate lievitare ancora fino al raddoppio.

Condite la polpa di pomodoro con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, sale e un pizzico di origano.

Affettate le cipolle, mettetele in una ciotola e salatele. Lasciatele così per un’oretta.

Stendete il vostro impasto, spezzettate qualche acciuga, strizzate la cipolla e mettetene un bel po’ sulla pizza. Mettete infine un poco di pomodoro, qualche oliva e cospargete con il formaggio a scaglie oppure grattugiato. Cospargete con una manciata di pangrattato e infornate a forno caldo a 250 °C.

Cuocete fino a quando vedrete il bordo dorato e il pangrattato leggermente abbrustolito.

La pizza paesana è buona appena sfornata, ma anche fredda è fantastica, provate! 😀

Precedente Pasta con speck, castagne e formaggio cremoso Successivo Ricette per il menu del pranzo di Natale

2 commenti su “Pizza paesana

Lascia un commento