PESCHE SCIROPPATE FATTE IN CASA (la ricetta della nonna)

Pesche sciroppate fatte in casa, ecco come conservarle con la ricetta della nonna per utilizzarle nei dolci o per gustarle al naturale durante l’inverno!
Preparare le pesche sciroppate in casa è davvero semplice, veloce ed economico. In più potrai prepararle con tanto zucchero in meno rispetto a quelle acquistate al super!
Guarda questa favolosa CROSTATA CHEESECAKE preparata con le pesche sciroppate, potrebbe diventare il tuo cavallo di battaglia durante l’estate!
Proprio un modo facilissimo per conservare le pesche e gustarne tutta la bontà anche nei mesi invernali! Leggi subito la ricetta e mettiti all’opera, ci vuole un attimo!

pesche sciroppate fatte in casa
  • DifficoltàMolto facile
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2 barattoli
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 500 g di pesche (al netto del nocciolo)

  • 500 gpesche Percoche (a polpa gialla )
  • 200 gzucchero
  • 600 gacqua

Strumenti

  • 2 Barattoli a chiusura ermetica in vetro da 50 cl e sterilizzati

Come fare le pesche sciroppate fatte in casa

  1. In una pentola metti 600 g di acqua e 200 g di zucchero.

    La quantità di zucchero per le pesche sciroppate è di un terzo rispetto all’acqua.

    Lascia bollire lo sciroppo per un paio di minuti, quindi togli dal fuoco e lascialo raffreddare.

  2. Scegli delle pesche mature al punto giusto, sode e di buona qualità. Le Percoche sono le più indicate, ma sarà sufficiente che abbiano le caratteristiche indicate.

    Incidi ogni pesca a metà lungo il centro fino a toccare il nocciolo.

    Con ambedue le mani ruota le due metà in direzione opposta, in questo modo il nocciolo si staccherà facilmente!

    Sbuccia infine le pesche e controlla che pesino circa 500 g

  3. Sistema le mezze pesche nei vasetti puliti e sterilizzati, quindi ricoprile con lo sciroppo ormai freddo (anche tiepido va bene).

    Richiudi i vasi e sistemali in una pentola capiente.

    Riempi la pentola con l’acqua fino a ricoprire i vasetti di qualche centimetro. Accendi il fornello e porta ad ebollizione.

  4. Lascia bollire per tre minuti esatti, quindi spegni il fornello, svuota un po’ la pentola dall’acqua bollente e togli SUBITO i vasetti, altrimenti le pesche cuoceranno troppo e verranno troppo molli.

    Riponi i vasetti in un luogo fresco lontano dalla luce diretta.

    Le pesche sciroppate così preparate si manterranno perfette per svariati mesi e saranno sempre pronte da gustare così come sono oppure per la preparazione di dolci golosi!

4,6 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.