Crea sito

Le crocchè palermitane (o cazzilli), ricetta crocchette di patate senza uova e formaggio

LE crocchè palermitane (crocchette di patate)…. LE panelleLE arancine…. I cartocci con la ricotta…. ognuna di queste prelibatezze è contraddistinta nel mio blog dall’articolo determinativo iniziale…. non sono crocchè, panelle, ecc. ma prodotti ben contraddistinti della nostra cucina siciliana, palermitana in particolare!

crocchette di patate

La ricetta di oggi, semplici crocchette di patate, può sembrare una banalità, ma credo non esista UN palermitano che non abbia provato a rifare questa prelibatezza, così come viene acquistata e consumata per strada…. praticamente una mission impossibollll 😀

Solo patate,sale e prezzemolo… SOLO! Tranne vedere ogni volta fallire miseramente la crocchè, sfrantumata in miriadi di particelle di patate sfrigolanti in un mare di olio bollente. Un nerrrrvoso!!!!!

Prova e riprova sono giunta ad un risultato che mi ha lasciata molto soddisfatta, e naturalmente lo giro al mondo 😀

crocchette di patate

crocchè palermitane

Ingredienti

patate VECCHIE!
(quelle polverose per intenderci e vendute a peso)

sale

prezzemolo tritato

abbondante olio per friggere

Voglio sottolineare il fatto che le patate siano necessariamente vecchie, in quanto sono più asciutte e garantiscono un risultato migliore.

Bollite le patate con tutta la buccia. Controllate la cottura con una forchetta, infilzandola dovrà scivolare via facilmente.

Sbucciatele e lasciatele riposare un giorno intero.

Schiacciatele e raccoglietele in una ciotola. Salate e unite il prezzemolo tritato. Formate le crocchè dando loro la forma e la grandezza del vostro pollice (circa), e per fare ciò aiutatevi bagnandovi le mani spesso (devono essere appena umide).Sciacquatele ogni tanto per eliminare residui di patate.

Dopo che le avrete formate tutte, friggetele in olio bollente e profondo. Le patate devono galleggiare e friggere con le bolle, in pratica appena immerse non le vedrete più, tanto violenta sarà la frittura. Per questo dovrete friggerne due o quattro alla volta per evitare che si appiccichino fra di loro.

Come si mangiano? Calde calde con le dita 😛 oppure così come lo propongono per strada, in mezzo ad un panino, una vera bontà! Il massimo? Un panino con panelle e crocchè! 😀

crocchette di patate

9 Risposte a “Le crocchè palermitane (o cazzilli), ricetta crocchette di patate senza uova e formaggio”

  1. Deliziosi questi… palermitani, ci voglio provare, ma secondo te se uso le patate rosse, che usiamo a Napoli per i panzarotti, non riescono lo stesso? Un abbraccio e viva la Sicilia.

    1. Sono proprio buoni parola di palermitano..mi hanno detto che si puo aggiungere alla purea la fecola di patate x nn farle aprire sarà vero? Qualcuno sa dirmi ? Se si quanto se ne mette

      1. Ho sentito anch’io della fecola di patate e mi sembra una buona idea. Però non ho mai provato, andrei a occhio e a “consistenza” 😉

  2. Noi Siliani siamo troppo forti,sia nei dolci che nel salato! Invidiati da tutte le regioni d’Italia ed anche nel mondo!!! Forza SICILIA :-)!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.