Le brioches, i finti cornetti e le (simil) nastrine!

Avevo già provato a realizzare i croissants con diverse ricette, nella maniera classica, con i vari giri e riposi in frigo, con le lotte col burro che tenta di uscire da tutte le parti…, avevo anche tentato di unire pasta brioche e pasta sfoglia, ma con scarsi risultati… Infine leggendo la ricetta dei Kranz di Montersino mi è venuta la folgorazione…

In effetti la mia intenzione era quella di realizzare i Kranz, ma mi mancavano alcuni ingredienti… però la tentazione di provare questo impasto particolare era  troppo forte!

E’ così che sono nate le nastrine, simil, ma nulla da invidiare a quelle famosissime della nota casa dolciaria… E poi la genialata (lo so che “chi si loda s’imbroda!”, ma sono venuti troppo buoni!)… perchè non provare a realizzare i cornetti con questo metodo molto più semplice del classico?

Passo subito a descrivere  ricetta e procedimento, non prima di aver puntualizzato che con queste dosi ho preparato cornetti, nastrine e brioches in buona quantità, e che se desiderate prepararli per la domenica… dovrete iniziare il sabato mattina (pochi minuti!)…

Nastrine brioches cornetti

La pasta sfoglia rapida la conoscete già, ma per comodità la riporto anche qua:

Ingredienti per la pasta sfoglia

250 g di farina 00

250 g di ricotta o philadelphia

160 g di burro

1 cucchiaio abbondante di zucchero

1 cucchiaino scarso di sale

Ingredienti per la pasta brioche

600 g di farina (metà 00 e metà manitoba)

250 g di latte

2 uova

60 g di burro

80 g di zucchero

10 g di sale

una bustina di vanillina

la scorza grattugiata di un arancia e di un limone

1 bustina di lievito di birra secco

Da tenere a portata di mano

20/30 g di burro fuso

zucchero semolato

un uovo per spennellare

zucchero a velo

Al mattino preparate la pasta sfoglia impastando grossolanamente tutti gli ingredienti. Ponete nella pellicola dando la forma di un rettangolo alto 1 cm circa e ponete in frigo.

Di sera fate le pieghe: spianate il rettangolo in lunghezza e ripiegate dal basso verso l’alto per un terzo, e dall’alto verso il basso il resto, ottenendo un nuovo panetto (con le pieghe) rettangolare.

Man mano che si procede con le pieghe l’impasto risulterà più liscio e compatto. Per maggiori ragguagli guardate qui. Riponete in frigo per mezzora, e poi ripetete il tutto altre due volte, non di più. Conservate in frigo dopo l’ultimo giro di pieghe, sempre avvolto nella pellicola.

Ricapitolando: pieghe, intervallo, pieghe, intervallo, pieghe.

Durante uno dei due intervalli che intercorrono tra i giri di pieghe, preparate la pasta brioche.

Tirate fuori il burro dal frigo affinchè si ammorbidisca.

Unite farina, zucchero, vanillina, la scorza grattugiata degli agrumi, il burro a pezzetti e il lievito, e fate la fontana. Versate il latte e cominciate ad impastare aiutandovi con una forchetta. Unite le uova e continuate ad impastare.

Continuate l’impasto a mano ancora per 15/20 minuti circa. Ponete in un contenitore e coprite con la pellicola.  Lasciate  lievitare in frigorifero fino al mattino successivo.

Il giorno successivo pesate la pasta sfoglia e prelevate la stessa quantità di pasta brioche (con queste dosi infatti ne otterrete circa 1 kg).

Stendete la pasta sfoglia dello spessore di 3 mm circa, curando di poggiarla su un velo di farina. Spennellatela con del burro fuso raffreddato, e cospargete di zucchero semolato.

Stendete anche la pasta brioche della stessa misura della pasta sfoglia e ricoprite quest’ultima. Tagliate esattamente in due parti e sovrapponete l’una all’altra perfettamente (o quasi, non abbiate timore, aiutatevi come meglio potete!).

A questo punto avrete 4 strati( p. sf/p. br/p. sf./p.br) e  siete pronti a dare le forme che preferite….

LE NASTRINE

Tagliate delle strisce lunghe 12 cm e larghe 2,5 cm e guardando la sezione dell’impasto incrociatene due alla volta, dando loro la classica forma delle nastrine schiacciando leggermente al centro. In pratica la parte dove si vedono gli strati dei due impasti dovrà essere rivolta verso l’alto.

Spennellate con un velo burro fuso e zucchero e ponete a lievitare per circa due ore.

Infornate a 200° e dopo 5 minuti abbassate a 180°, in totale una cottura di 20 minuti circa. Sfornate e ancora calde spennellatele con altro burro e zucchero.

I CORNETTI

Per i cornetti dovrete spianare ancora un po’  l’impasto (con gli strati sovrapposti), ma solo leggermente! Tagliate dei triangoli isosceli con la base di circa 10 cm e alti 22/23 cm (come se disegnaste il cappello del mago!).

Fate un taglietto alla base e tirando leggermente le due punte, cominciate ad arrotolare verso la punta cercando di tenere ferma quest’ultima (schiacciatela cercando di farla appiccicare ). Mentre arrotolate tirate contemporaneamente l’impasto verso di voi… Oddio sembra difficilissimo dalle spiegazioni, ma vi assicuro che non è così e io non conosco un modo più semplice per spiegarlo!!!!

Fate in modo che la parte finale del cornetto finisca completamente sotto, per evitare che durante la cottura si sollevi. Date la forma del cornetto ripiegando le punte verso di voi.

Ponete a lievitare per circa due ore coprendo con la pellicola appena poggiata (non deve tirare). Spennellate con un uovo battuto e infornate subito a 200° per  5 minuti e abbassando poi a 180° in totale una ventina di minuti. Devono risultare ben dorati. Sfornate e spolverizzate con lo zucchero a velo.

LE BRIOCHES

NON dimenticate che c’è dell’altra pasta brioche tenuta da parte…. fate delle palline di 50 g ciascuna, non appallottolate, ma tirate la pasta verso il basso, come se doveste mettere un calzino ad un bimbo (…)!!! Spennellate con l’uovo battuto ed infornate come per le nastrine (200°, poi 180° per 15′).

LA COLAZIONE E’ SERVITA!

 
Precedente Domenica mattina... la colazione è servita! Successivo Ciambellone al cacao "cuor di cocco"!

74 thoughts on “Le brioches, i finti cornetti e le (simil) nastrine!

  1. eccole qui!!! pure io le stavo aspettando e anche il Bardo (cioè mio marito); mò mi copio tutto e da allieva diligente (o quasi diligente) rifarò tutto!!! sei un mostro di bravura!!!

  2. Ciao Lori, mi hai fatto tanto piacere la tua visita nel mio blog, ti rispondo quì perchè la mia bacheca non funziona sto aspettando il tecnico. Le tue brioche sono molto vogliose.
    Sei bravissima. Non so se ho risposto giusto alla domanda del sito web perchè tante cose non so ancora.
    Un abbraccio
    Laura

  3. maniamorefantasia il said:

    Grazie a tutte ragazze! 🙂

    @Sabrine
    Prendi a prestito tutto quello che preferisci… 😉 Piacere di conoscerti e grazie di essere passata!

  4. Dirti che sei bravissima è poco, siamo entrati nel tuo blog e siamo qui estasiati non solo davanti alle tue perfette nastrine, che sanno di buono e che viene voglia di afferrare oltrepassando lo schermo, ma poi ci sono anche i cornetti che rasentano la perfezione! Ci hai fatto venire fame, ma non una fame qualunque, abbiamo proprio fame di nastrine e cornetti!
    Bacioni da Sabrina&Luca

  5. maniamorefantasia il said:

    Sabrina e Luca, sono felice di fare la vostra conoscenza, grazie per essere passati! Nastrine e cornetti (virtuali) per tutti allora…;)

  6. E così rimango folgorata anch’io..Grazie,mi serviva proprio questa ricettina,i croissant richiedono sempre tantissimo tempo e non sempre soddisfano!!La tua colazione sembra eccellente!!Bravissima e complimenti per tutto!!

  7. ciao, piacere di conoscerti, queste tue produzioni per la colazione sono feramene bellissime!!! Seguirò le tue ricette, ciao, Mila

  8. maniamorefantasia il said:

    @Tina
    Buona domenica anche a te!

    @Mila
    Ciao Mila grazie per esserti unita al mio blog!Piacere di fare la tua conoscenza e grazie per i complimenti, torna a trovarmi! Lori

  9. Mi sono permessa mdi provarli….FENOMENALI!!! e se posso dire sei stata così brava nelle spiegazioni che si perde più tempo a pensarci che a farle….basta organizzarsi e fare le cose nel tempi morti della giornata!!! GRAZIE mille… ovviamente mi sono permessa di postarle nel mio blog e di pubblicizzare il tuo….GRAZIE

  10. Ti chiedo scusa, per l’inghippo, ma se hai letto tutto l’articolo ho più volte parlato di te e consigliato di passare da te per leggere meglio le spiegazioni, tant’è che addirittura ho da parte di altre ricevuto i ringraziamenti per averle indirizzate da te…
    Se però pensi che non sia abbastanza, non c’è problema fammi sapere e provvedo ad eliminare il post…Ritengo che la correttezza debba essere alla base della vita….

  11. maniamorefantasia il said:

    No, intanto non ti chiedo di eliminare nulla figuriamoci… il mio era semplicemente un appunto sulla spiegazione, per il resto era tutto molto corretto! Senti facciamo così… per questa volta lascia tutto così com’è, ho apprezzato quello che mi hai detto e spero tu abbia capito cosa intendevo io! Per me è tutto ok! 🙂

  12. Ti richiedo scusa. Ho già comunque variato il post, non avermene, ma ho passato la mattina a pensarci e questo nn mi piace…per tutte e due. Spero solo che le mie spiegazioni non sminuiscano il tuo capolavoro, perchè credimi se ho copiato paro paro era solo per esaltare la tua opera e non per farla passare per mia…altrimenti non ti avrei citata…e penso d’averlo dimostrato per i mille complimenti che ti ho fatto prima, durante e dopo aver provato la tua ricetta…Lo sai meglio di me che avrei potuto variare anche solo una virgola e farla passare per mia, ma non è nel mio carattere, l’autrice sei tu ed io solo un’esecutrice, e basta vedere le foto, le tue sembrano uscite direttamente dal forno della pasticceria, mentre le mie…beh tralasciamo….
    Spero solo che questo intoppo non crei ulteriori problemi, mi dispiacerebbe anche se non ti conoscono personalmente…UN SUPER SORRISO PER AUGURARTI BUON WEEK END….

  13. Marilena il said:

    Ciao Lori,vedo con piacere che anche qui hai fatto riferimento a me. come faccio ad unirmi al tuo blog?????sono 1 frana lo so….ma che ci posso fare se non sono molto tecnologica!?!?!!!!!

  14. e se ci sono i lievitati, io non posso non esserci!!
    complimenti per queste brioche…
    sai che non ho ancora preparato una pasta sfoglia??
    temo un pò…uff
    e figuriamoci con il doppio impasto..
    cmq la tua ricetta mi alletta molto..dovendo provare proverei la tua!
    Baci e complimenti

  15. Debora il said:

    Devo ringraziarTi davvero per questa sublime ricetta.
    Sin dal primo momento che ho letto ingredienti e procedura ho deciso che valeva la pena provare a farli, ed avevo ragione perchè non ho mai mangiato dei croissants così saporiti e leggeri dal sapore davvero unico!
    E la linea ringrazia, finalmente possono concedermi uno sfizioso croissant senza sensi di colpa!
    grazie.

  16. giada il said:

    ciao,una domanda…le nastrine le fai con gli strati sovrapposti delle due paste,le brioche con la pasta brioche,ma per i cornetti usi solo la sfoglia o sempre le due paste sovrapposte? grazie

    • maniamore il said:

      Ciao, per i cornetti ho utilizzato gli strati sovrapposti 🙂 Grazie per avermelo chiesto, adesso aggiusto anche la spiegazione, così è più chiaro 😉

  17. Ciao! Ho una domanda: posso venire a fare colazione da te? 😛 Io impazzisco per i dolci da colazione, mi piacerebbe molto avere il tempo per potermi dedicare a ricette come questa, ma, non avendolo, per ora mi limito a contemplare la tua opera 😉

  18. Ambra il said:

    ciao, ho scoperto questa stupenda ricetta alcuni mesi fa, ora mi sono trasferita nella mia casa nuova e finalmente li posso fare (li stò facendo proprio ora, sono nel prima intervallo della pasta sfoglia). siccome sono molto viziata e mi piace fare colazione con cornetto e caffè al bar (un vizio costoso..XD) quando ho trovato questa ricetta mi si sono illuminati gli occhi!!! grazie grazie!!! farò sapere come mi sono venuti!!! ^_^

  19. maniamore il said:

    Le nastrine sono favolose, ti consiglio di provare anche quelle…. Benvenuta nel mio blog! 🙂
    Torna a trovarmi e fammi sapere il risultato! 😉

    • Ambra il said:

      ciaoooo, allora penso di aver sbagliato un po sulle misure, le brioches sembrano delle palle da basket , le nastrine le potremmo usare come segnali stradali, gli unici normali sono i cornetti….! apparte la forma..il gusto è buonisssssimo!!!! ** la prossima volta stò più attenta ora che sò quanto si gonfiano…XD ahhahahaha

      • maniamore il said:

        ahahah… mi fai morire!!!! Certo la lievitazione cambia un po’ il risultato finale, ma tranquilla, anch’io ho fatto errori del genere prima di azzeccarci 😀
        L’importante che siano stati mangiabili, bravissima comunque 🙂

  20. joy il said:

    Ho appena letto le tue magnifiche ricette, la spiegazione è buona ma a pensare di farle mi sembrano difficile e dire che io le brioche le faccio, vengono buone però. L’in domani sono già dure,ma leggendo la tua ricetta capisco chio ho quella sbagliata. Non so se avrò il coraggio di provare.ad ogni modo complimenti

  21. che meraviglia!!!!!!!!!
    ho subito salvato questo post tra i miei preferiti e li proverò, appena possibile!!!!
    bravissima
    inserita nel mio contest e ti aspetto con altre genialate come questa!!!!!!
    brava!!!!

  22. pasticcina il said:

    ciao! sono capitata per caso sul tuo blog:mooooolto carino!complimenti!
    volevo approfittare per chiederti un chiarimento sulla cottura di questi dolci. Si infornano a 200° per 15-20 minuti e dopo a 180 per altri 5 minuti per un tot di 20 25 minuti? o si infornano per i primi 5 minuti a 200° e poi per altri 15 /20 minuti si tengono a 180°? grazie, non vedo l’ora di farli!

    • maniamore il said:

      Ciao, benvenuta! 😀
      Allora SOLO i primi 5 minuti a 200 °C e poi a 180 fino a cottura, quando li vedi ben dorati sono pronti (circa 20 minuti in tutto)
      Adesso riguardo magari è spiegato male!
      Fammi sapere come ti sono venuti, ciao! 🙂

  23. ciao Lori, ma sono una meraviglia!!!, le faccio sicuramente, anche io stavo cercando delle brioche, dei cornetti abbastanza veloci e questi lo sono, ti farò sapere…un caro saluto

  24. ciaooo!!!! ho deciso che li faccio anch’io!!! mi è sorto un dubbio: le uova le metti intere nelle brioches??? o solo i tuorli??? perchè, in genere, quando le faccio io, metto solo i tuorli. Mi fai sapere????
    grazie!!!

  25. Dema il said:

    Questa sarà sicuramente la prossima ricetta che proverò, anche se l’idea della pasta sfoglia, della doppia pasta e di tutte queste manovre strane mi getta un po’ nel panico ahahah
    ma ho una domanda… visto che a casa mia i dolci si mangiano, ma in quantità omeopatiche (non siamo grandi mangioni), secondo te potrei preparare cornetti, brioches e nastrine e poi congelarli e tirarli fuori all’occorrenza? 🙂

    • maniamore il said:

      Siiii…. fai la fatica una volta e hai tante colazioni assicurate! Puoi scegliere di surgelarli cotti (prima fai raffreddare) oppure già formati (prima della lievitazione), in quest’ultimo caso li esci dal freezer prima di andare a dormire 🙂 li sistemi in teglia, e al mattino i trovi belli lievitati pronti per essere infornati. Poi mi dici. Ciao 😀

      • Dema il said:

        Ah quindi mi consigli di congelarli prima dell’ultima lievitazione?
        Proverò così allora! Poi ti dico 😀
        Grazie!

  26. FARFALLINA il said:

    CIAO HO APPENA LETTO LA RICETTA E SONO CURIOSA DI CHIEDERTI PERCHE’ USI NELL’ IMPASTO DELLA SFOGLIA LA RICOTTA O IL FORMAGGIO GRAZIE

    • maniamore il said:

      Ciao, non c’è un motivo particolare, è solo un tipo di sfoglia molto semplice che mi riesce bene e mi piace tutto qua! 🙂

  27. Rosalba il said:

    Ciao sono innamorata del tuo blog continuo a fare dolci di vario tipo c’e’ quando la riuscita e buona e quando no, ma comunque sia ,non mi arrendo.
    Ieri ho provato i danubio alla nutella ottimi anche se oggi non sono morbidi come ieri sera ma…..
    Scusa se la mia domanda e’ un po sciocca ho visto la differenza nella procedura e un po’ negli ingredienti tra il danubio e le brioche ma fondamentalmente la differenza nel sapore e nella consistenza e’ cosi’ evidente? E inoltre come posso conservare bene le brioche o il danubio alla nutella xche’ mia figlia va matta per torte e brioche non mangia quasi nulla di comprato . Grazie sempre ,il tuo blog e’ fantasticoooooooo!!!

    • maniamore il said:

      Ciao Rosalba… GRAZIE DI CUORE!!!!!
      Per quanto riguarda le brioche o il danubio ti consiglio di congelare le singole brioche, o due a due, a seconda di quanto ne consumi di volta in volta…. puoi congelarle già cotte (raffreddate) oppure prima dell’ultima lievitazione…. in un contenitore metti le palline di brioche separate l’una dall’altra, e la sera prima tiri fuori quelle che ti servono, le sistemi in teglia ben separate e le lasci tutta la notte dentro il forno. Al mattino le cuoci (naturalmente prima le tiri fuori e accendi il forno 😉 )
      Se non devi congelarle conservale in un sacchetto tipo freezer ben chiuse.
      Fammi sapere e buona cucina! 😀

      • Rosalba il said:

        Intanto grazie per la tempestivita’ ma non ho capito se c’e’ molta differenza tra i due sapori( danubio dolce o brioche) ciao

        • maniamore il said:

          No, perchè si tratta di pasta brioche in tutti e due i casi, scegli quella che ti riesce meglio 😉

  28. Tita il said:

    ehila! adoro il tuo blog! un sacco di ricette interessanti soprattutto che dolci fantastici! dopo vari fallimenti con ricette di cornetti ieri mattina mi sono cimentata con questa…ho seguito tutti i passaggi alla lettera anche se per il sale da aggiungere alla pasta brioches ho dovuto improvvisare….e appunto questa sta mattina non era assolutamente lievitata….e anche ora che i cornetti stanno lievitando….beh non si gonfiano molto….suggerimenti?….sig…

    • maniamore il said:

      Il sale segue la regola dei lievitati, si aggiunge alla fine e sempre lontano dal lievito, però hai ragione, non l’ho specificato :(provvedo immediatamente).
      Mi sa che a questo punto avrai risolto però…

  29. Francesca il said:

    Ciao. Scusa la domanda ma…POSSO USARE LA PASTA SFOGLIA GIA’ PRONTA E FARE SOLO LA BRIOCHE? ecco, l’ho detto tutto d’un fiato. 😉
    Grazie.
    Francesca

    • Francesca il said:

      Lori rileggendo bene ho notato che effettivamente non deve essere difficile fare la pasta soglia. Ho altre due domandine però…:
      1) invece delle scorze degli agrumi, posso usare una fialetta?
      2) posso aumentare notevolmente la quantità di zucchero dell’impasto della brioche?
      Grazie e scusa ancora.
      Francesca

      • Francesca il said:

        un’ultima cosa….. al posto del lievito di birra secco posso usare quello fresco? quanti grammi? Grazieeeeee

    • maniamore il said:

      -Puoi usare la pasta sfoglia pronta, certo 🙂
      -Non aumentare lo zucchero della pasta brioche
      -Puoi usare la fialetta
      -Serviranno 25 g di lievito di birra fresco
      Buon lavoro e fammi sapere! 🙂

        • Francesca il said:

          Eccomi qua! Allora, approfittando del week end lungo, avendo, quindi, maggior tempo a disposizione, ho sperimentato questa ricettina e………che dire…….SENSAZIONALE! Ho fatto la tua pasta sfoglia ed ho seguito tutte le indicazioni che mi hai dato. ad esser sincera, nella forma hanno lasciato un pò a desiderare ma questa è incapacità personale dettata dell’inesperienza. Il gusto però è eccellente! Grazie Lori, ricetta gustosissima. Buon pomeriggio. Francesca

  30. giuseppe il said:

    Ciao. Innanzitutto complimenti per il blog.
    Volevo sapere se, nella preparazione della pasta sfoglia, al momento di effettuare le pieghe, bisogna aggiungere il burro o no.
    Grazie.
    Giuseppe

    • maniamore il said:

      Ciao. La semplicità di questa pasta sfoglia sta proprio nel fatto che non bisogna aggiungere il burro, basta fare solo le pieghe. Fammi sapere se la provi 🙂

  31. monica il said:

    Che spettacolo questa ricetta! Era un po’ che volevo provarla e finalmente tra ieri e oggi mi ci sono dedicata e…risultato entusiasmante! Mi sono piaciuti veramente tanto, complimenti e grazie per averla condivisa con noi!

Rispondi a caterina Annulla risposta