Hummus di ceci

E’ il momento di tornare a contaminare ricette con il  nostro giro del mondo, con un piatto cosi’ versatile e completo che puo’ essere presentato come finger food, uno stuzzichino, per un brunch, come piatto unico : l’ hummus di ceci!

Noi amiamo i ceci  e piu’ in generale i legumi, ne consumiamo molti durante la settimana .

Sia d’estate che d’ inverno mi piace preparare l’ hummus, con tahine,  a volte acquistata e a volte preparata in casa. La tahine e’  a base di semi di sesamo e rinforza anche il sistema immunitario e contiene una discreta quantità di calcio.

Ogni volta propongo abbinamenti diversi, travestendolo da piatto unico, come in questo caso, associato a tantissime verdure crude , a tortillas , con falafel e insalata di pomodorini .., o presentandolo come finger food in un buffet.. o all’ interno di un brunch domenicale. A voi la scelta! Ma ora seguitemi in cucina!

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • ceci (cotti a vapore) 250 g
  • Tahina 50 g
  • limone (succo e scorza) 1
  • coriandolo fresco (o in alternativa prezzemolo) q.b.
  • Semi di cumino 1 cucchiaio
  • Peperoncino q.b.
  • Olio 2 cucchiai
  • Acqua 4 cucchiai
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Iniziate a tostare in una padella antiaderente i semi di cumino:saranno pronti quando l’ odore pungente delle spezie si fara’ sentire.

    Pestateli finemente in un mortaio .

  2. Utilizzando la stessa padella fate scaldare 2 cucchiai di olio EVO e saltate i ceci con un pizzico di sale, aggiungendo anche 5 cucchiai di acqua.

  3. Utilizzando la stessa padella fate scaldare 2 cucchiai di olio EVO e saltate i ceci con un pizzico di sale, aggiungendo anche 5 cucchiai di acqua.

    Trasferiteli, con l’ acqua di cottura, in frullatore, aggiungendo la tahine, il succo e la scorza grattugiata di un limone, le spezie, 2 cucchiai di olio di sesamo e erbe a piacere ( a me piace aggiungere coriandolo o in sostituzione il  prezzemolo fresco). 

  4. Frullate e assaggiate, dosando di sale e di spezie.

    Nel caso il composto risultasse troppo denso aggiungete poca acqua per volta, fino a raggiungere una consistenza morbida e cremosa.

  5. Ora lavate e tagliate a bastoncini le vostre verdure ( carote, sedano, barbabietola rossa, finocchio, etc), tagliate a meta’ dei pomodorini datterini e accompagnate con pane arabo e falafel o, come ho fatto io  questa volta, a delle nachos appena scaldate ( giusto per mischiare un po’ le carte :))

    Facile vero?

    Ottimo modo per assumere proteine in modo diverso, colorato e divertente.

Note

Se per caso doveste avanzarne, si conserva perfettamente in frigo per 2 o 3 giorni, chiuso in un contenitore o coperto da pellicola .

antipasti, Colazioni - Brunch, Etnico, Finger Food, Piatti unici

Informazioni su mangiareunidea

Da sempre attraverso il cibo associo nei miei ricordi viaggi, luoghi, persone, emozioni :e' l'indice per i miei ricordi.. in ogni viaggio ho associato un odore, un gusto , un colore ai posti che ho visitato .. attraverso il cibo si puo' conoscere la cultura e le tradizioni di un popolo.. per questo ho iniziato con i miei figli un giro del mondo, non solo quando andiamo a fare un viaggio,ma anche a tavola : un giro del mondo alla scoperta di tradizioni diverse dalle nostre, raccontate attraverso e con il cibo, e un" giro del tempo" , mantenendo viva la memoria delle nostre radici, con le ricette delle persone che non ci sono piu' ma che sono ancora con noi, in noi, perche' senza di loro noi non saremmo qui: la polenta concia della nonna fatta su stufa a legna, le ricette di mia mamma, i confort food di quando ero piccola io.. e mangiando si racconta, si parla , ci si emoziona e si emoziona.. ecco perche' da me la televisione in cucina non c'e': le notizie piu' importanti siamo noi e quello che noi facciamo , e i pasti sono un momento solo nostro . Venite a scoprire com'e' facile ...

Precedente Granola di avena e quinoa ai semi Successivo Avocado Toast

Lascia un commento