Granola di avena e quinoa ai semi

Come dicevamo, e’ importantissimo iniziare bene la giornata con una buona colazione. E allora perche’ non prepararci in casa un’ ottima granola di avena e quinoa ai semi oleosi, da tuffare nel latte o accompagnata da uno yogurt e frutta fresca?  Ma preferite la versione a barrette, da mangiare come spuntino a scuola o in ufficio? Seguitemi in cucina, e’ semplicissima da preparare e si conserva facilmente in una barattolo ermetico.

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 10 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

Granola di avena e quinoa

  • Fiocchi di avena (al naturale) 300 g
  • quinoa soffiata (o amaranto soffiato) 50 g
  • Semi di sesamo 20 g
  • Semi di girasole 20 g
  • semi di chia 20 g
  • semi di lino 20 g
  • Semi di zucca 20 g
  • Cannella in polvere 1 cucchiaio
  • Sale marino integrale 1 pizzico
  • olio di semi 50 g
  • Sciroppo di acero 50 ml
  • Bacche di Goji q.b.

Preparazione

  1. Mettere in una ciotola Avena o fiocchi d’avena, insaporire con zenzero in polvere ( o sciroppo di zenzero), cannella e sale marino. 

  2. Aggiungere le noci, mandorle intere e in scaglie,semi di girasole e semi di zucca,una manciata di semi di lino e infine un cucchiaio di semi di sesamo.

  3. Prima di metterli in forno per trasformarli in cereali mescolare in un bicchiere ½ dose di sciroppo d’acero e 1/2 di  olio d’oliva

  4. versare il mix sui cereali e mescolare bene .

    spargere su una teglia da forno e fare tostare in forno per 25-30 minuti a 160°

    Sbriciolare poi grossolanamente e servire con yogurt e frutta fresca di stagione.

Granola a barrette

  1. Seguite la ricetta precedente sino al composto, a cui aggiungere 2 cucchiai di miele e, volendo, gli scarti di frutta dell’ estrattore (ottima fonte di fibre)

  2. Foderate una teglia  piccola con carta forno, e pressateci  dentro il composto, in modo da formare un ‘panetto’ compatto.

    Infornate a 130° per circa 20 minuti.

    Estraete la teglia dal forno, con un coltello affilato formate dei rettangoli, e proseguite la cottura per altri 20 minuti.

    Ecco qui: le vostre barrette sono pronte! Buona colazione!

Note

La dose consigliata ( ma va a gusti) e’ di circa 40-50 gr a porzione.

Volendo, aggiungendo gli scarti della frutta dell’ estrattore e 2 cucchiai di miele, si puo’ trasformare in deliziose barrette da portarsi come spuntino a scuola o in ufficio.

Colazioni - Brunch

Informazioni su mangiareunidea

Da sempre attraverso il cibo associo nei miei ricordi viaggi, luoghi, persone, emozioni :e' l'indice per i miei ricordi.. in ogni viaggio ho associato un odore, un gusto , un colore ai posti che ho visitato .. attraverso il cibo si puo' conoscere la cultura e le tradizioni di un popolo.. per questo ho iniziato con i miei figli un giro del mondo, non solo quando andiamo a fare un viaggio,ma anche a tavola : un giro del mondo alla scoperta di tradizioni diverse dalle nostre, raccontate attraverso e con il cibo, e un" giro del tempo" , mantenendo viva la memoria delle nostre radici, con le ricette delle persone che non ci sono piu' ma che sono ancora con noi, in noi, perche' senza di loro noi non saremmo qui: la polenta concia della nonna fatta su stufa a legna, le ricette di mia mamma, i confort food di quando ero piccola io.. e mangiando si racconta, si parla , ci si emoziona e si emoziona.. ecco perche' da me la televisione in cucina non c'e': le notizie piu' importanti siamo noi e quello che noi facciamo , e i pasti sono un momento solo nostro . Venite a scoprire com'e' facile ...

Precedente Latte di mandorla Successivo Hummus di ceci

Lascia un commento