Pasta con le sarde

Chi è stato in Sicilia sa certamente di cosa sto parlando, ebbene si, la famosa Pasta con le sarde!
Se non l’avete mai provata urge rimediare immediatamente e rimboccarsi le maniche, il risultato finale sarà senza dubbio da leccarsi i baffi!

Pochi ingredienti che rendono questo piatto un vero portento della tradizione partenopea, sto parlando delle sarde, protagoniste indiscusse di questo piatto, con il loro sapore di mare e il loro gusto deciso, le uvette, che creano il contrasto perfetto e lo addolciscono, il finocchietto selvatico, indispensabile per donargli un tocco di freschezza e per terminare i pinoli e il pan grattato, per rendere questa pasta croccante e non solo cremosa.

Volete fare un viaggio culinario in Sicilia attraverso la Pasta con le sarde? Allora andiamo subito a leggere la ricetta!

Come sempre vi invito a curiosare anche sulla mia PAGINA FACEBOOK e PAGINA INSTAGRAM per scoprire altre ricette interessanti! Qui invece il link per continuare a navigare sul Blog di MANGACHETISPASSA!

sarde
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 gspaghetti
  • 10sarde
  • 20 gpinoli
  • 20 guvetta
  • 1 cucchiaiopangrattato
  • finocchietto selvatico

Preparazione

Iniziamo pulendo le sarde.
  1. In una padella versiamo un pò d’olio e facciamo ammorbidire le uvette, accendiamo il fuoco e facciamo soffriggere con i pinoli e qualche ciuffo di finocchietto selvatico, infine aggiungiamo le sarde che andranno solo scottare.

  2. Buttiamo la pasta in una pentola d’acqua bollente e una volta cotta facciamola saltare nella padella delle sarde mantenendo la pasta cremosa con l’aggiunta di un pò d’acqua di cottura se necessario.

    Infine decoriamo con una spolverata di pangrattato e qualche ciuffo di finocchetto selvatico.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da mangiachetispassa

Hai poco tempo e non vuoi rinunciare a una cucina gustosa e salutare? Seguimi, commenta e salva le ricette che più ti incuriosiscono! Ti aspetto, Cinzia