Brutti ma buoni

I brutti ma buoni sono di golosi biscotti alle mandorle e albumi tipici del Piemonte, prendono il loro nome dall’aspetto irregolare grezzo dunque brutto ma assolutamente delizioso al palato, croccanti fuori e leggermente morbidi dentro si sciolgono letteralmente in bocca:
Come ogni ricetta tradizionale ne esistono numerose versioni, vediamo insieme come li preparo io, allacciate il grembiule e seguitemi in cucina!

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • CucinaItaliana

Ingredienti

400 g mandorle pelate
330 g zucchero
5 albumi
2 tuorli
1 bustina di vanillina
1 pizzico di cannella

Strumenti

Passaggi

tostare le mandorle in forno preriscaldato statico a 200° per cinque minuti e tritarle grossolanamente.

Montare gli albumi a neve ben soda ed amalgamare delicatamente con lo zucchero, la cannella, la vanillina, le mandorle tritate e i tuorli interi.

Mettete tutto in un tegame e fate sciugare a fiamma bassa, girando in continuazione con un mestolo di legno finché non avrà raggiunto un colore ambrato lucido. (io l’ho fatto per comodità con il kenwood cooking chef ma vi assicuro che il risultato è lo stesso)

Su delle teglie ricoperte di carta forno create dei mucchietti di impasto

fateli cuocere in forno statico preriscaldato a 160° per 30 minuti, abvbassate la temperatura e fateli cuocere a 130° per altri 10 minuti.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!