Crea sito

Trenette di grano duro e farina di ceci

Mi piace usare farine mixate fra loro, ogni volta scopro nuovi sapori e sono sempre piacevoli scoperte. Questa volta ho preparato le trenette di grano duro e farina di ceci, salutari e buonissime, naturalmente senza uova e senza latte. Le ho condite con un sugo di porcini che ne ha esaltato il sapore e mio marito e i miei figli mi hanno fatto i complimenti.

Ingredienti per 4 persone:

150 g farina di ceci

250 g semola rimacinata integrale di grano duro

1 pizzico di sale

140 ml acqua

Procedimento con Pastamaker:

Mettete le farine e un pizzico di sale nel recipiente della Pastamaker poi chiudete il coperchio e azionatela.

Versate l’acqua a filo e fate impastare. Dopo poco la macchinetta emetterà un segnale acustico e inizierà a girare nel senso opposto facendo uscire la pasta. I primi 5-6 centimetri di trenette tagliatele e rimettetele dentro il recipiente perché di solito all’inizio la pasta che esce è molto più farinosa della restante.

Continuate a far uscire la pasta tagliandola solo quando sarà arrivata a una lunghezza di circa 40 centimetri. Le trenette tagliate le potete appoggiare su un foglio di carta forno leggermente infarinato.

Se vi piace preparare la pasta in casa ma volete sporcare poco questo è il metodo perfetto… vi consiglio di cuore di fare un piccolo investimento e acquistare una Pastamaker.

Procedimento a mano:

Mettete le farine e il sale in una ciotola, formate un cratere e mettete l’acqua al centro. Iniziate a mescolare con le mani fino a far assorbire tutta l’acqua.

Se l’impasto rimane troppo asciutto e non si lavora bene potete aggiungere un cucchiaio di acqua.

Quando la farina sarà tutta incorporata nell’impasto potete trasferirlo sul piano di lavoro e maneggiarlo ancora qualche minuto con tutta la forza che avete. Ora copritelo con una ciotola e lasciatelo riposare per almeno 20 minuti.

Adesso è il momento di stenderlo con il mattarello fino ad ottenere uno spessore di meno di mezzo centimetro.

Ora potere scegliere di tagliarlo a mano o con la chitarra. Se lo tagliate con la chitarra fare prima dei pezzetti di sfoglia di dimensione idonea, poi infarinateli leggermente, appoggiateli sulla chitarra e passateci sopra con il mattarello tagliando così la pasta. Se invece lo potete tagliare solo a mano dovrete assottigliare ancora un po’ la sfoglia, fino ad avere uno spessore si un paio di millimetri. A questo punto infarinate bene la sfoglia, arrotolatela su sé stessa e tagliatela al coltello ogni 2-3 millimetri.

Come ogni pasta potete mangiarla fresca o farla essiccare. In questo caso da dovrete stendere in modo che le singole trenette non si tocchino fra loro. Dovranno stare così fino a quando saranno completamente rigide. A questo punto potete riporle in un contenitore ermetico e conservarle fino a 10 giorni.

seguici-su-facebook Se volete rimanere sempre aggiornati e visualizzare le nuove ricette pubblicate, diventate fan della pagina facebook del blog “Le ricette di mamma Lù”.

Quindi cliccate sul “Mi piace” qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.