Quest’ultimo anno…

Quest’ultimo anno è stato veramente difficile per diversi motivi, sia per l’improvvisa perdita di mio padre sia per il fatto che mi sono state diagnosticate tante intolleranze alimentari….

Voglio raccontarvi perché sono sparita dal blog per un anno….

Mio padre è scomparso lo scorso anno in un incidente sul lavoro… Aveva solo 66 anni. Lui era un mio grande sostenitore, sia per lato lavorativo, che per quello familiare, sia per il blog. Soprattutto per questo fino ad ora non me la sono sentita di pubblicare ricette.

Per quanto riguarda le intolleranze, pensate che inizialmente non potevo mangiare pollo, vitello, agnello, uova, latte e derivati, pomodori, peperoni, melanzane, peperoncini, carote, sedano, prezzemolo, pere, mele, pesche, albicocche, frutti rossi e altre cose delle medesime famiglie di alimenti.
I primi mesi sono stati veramente duri perché questi alimenti sono ovunque. Ho dovuto rinunciare alla pizza, agli hamburger, alle frittate, ai dolci in generale, a tantissimi  dei piatti che preferivo.

Andare al ristorante poi era una vera tortura, in un menù di 5-6 pagine potevo scegliere al massimo 1 o 2 piatti.

Anche fare la spesa era diventato un problema perché per ogni prodotto dovevo leggere la lista degli ingredienti per vedere che non ci fosse qualcosa che non potevo mangiare.

Dopo 3 mesi di astinenza ho potuto iniziare a reintrodurre alcuni alimenti, iniziando dalle verdure e dalla frutta, inserendone uno per volta come se fossi una bambina in pieno svezzamento.

Per fortuna però frutta e verdura non mi hanno dato problemi e ho potuto ricominciare a mangiarli (mi sono commossa al primo morso di pizza al pomodoro!).

Poi è arrivato il momento di reintrodurre le carni, i latticini e le uova. Qui sono stata meno fortunata…. Tutto ok per vitello e agnello ma se mangio pollo, uova o latticini mi fanno subito male.

Considerando che non mangiandoli ho risolto un problema di cefalea muscolo tensiva che mi portavo dietro da 5 anni e per il quale avevo un forte mal di testa ogni giorno (rischiando anche di impazzire).

Preferisco rinunciare a questi alimenti piuttosto che tenermi il dolore, ma ciò non toglie che non sia facile.
Infatti ogni volta che passo davanti a una gelateria, o che sono invitata da qualche parte e mi ritrovo a guardare gli altri mangiare mentre io trovo poche cose che si confanno alla mia dieta, il mio umore oscilla fra la rabbia e la delusione.

Un’altra cosa che mi dispiace moltissimo è che se prima la cucina era il mio posto felice, in cui riuscivo a cancellare una dura giornata di lavoro impastando qualcosa. Ora ogni volta che devo mettermi ai fornelli mi prende lo sconforto, inizia ad essere più un pensiero che una gioia e questo spesso mi fa desistere dal cucinare.

Spero di riuscire presto a trovare un equilibrio che mi faccia tornare a cucinare e a fare ricette perché tutto questo bloggare mi manca.

A presto…

inolleranze

seguici-su-facebook Se volete rimanere sempre aggiornati e visualizzare le nuove ricette pubblicate, diventate fan della pagina facebook del blog “Le ricette di mamma Lù”.

Quindi cliccate sul “Mi piace” qui sotto.

Precedente Crema di caffè Successivo Crocchete di patate e quinoa

4 commenti su “Quest’ultimo anno…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.