Polenta taragna con spezzatino di vitello

Ogni anno io e la mia famiglia facciamo una gita in montagna, il nostro posto preferito è Fai della Paganella. Purtroppo ci possiamo stare sempre troppo poco tempo, il lato positivo è che ogni anno portiamo via un po’ di montagna portando a casa dei prodotti del posto come la polenta taragna.

Ho voluto cucinarla accompagnandola con un uno spezzatino di vitello per ricordare ancora i più le cene in montagna e, chiudendo gli occhi, mi sembrava di essere ancora lì.

La bella notizia è che questa è una ricetta senza latte, senza uova e senza lattosio… un buon inizio…

Polenta taragna con spezzatino di vitello

Ingredienti per 4 persone:

500 g farina per polenta taragna

2 litri  acqua

500 g carne magra di vitello

700 ml passata di pomodoro

1/2 cipolla

2 carote

1 bicchierino di brandy

1 bicchiere di brodo vegetale

olio extravergine di oliva

sale

 

Per prima cosa bisogna preparare lo spezzatino perché ci vorrà più di un’ora.

Per rendere questa preparazione più facile potete preparare prima tutto ciò che serve.

Io faccio così: preparo il brodo caldo e lo tengo da parte. Lavo e pelo le carote poi le faccio a cubetti di un centimetro di lato e le metto su una coppetta. Pelo la cipolla e la trito finemente poi la metto in un’altra coppetta. A questo punto preparo la carne tagliandola tutta a cubetti di circa 3 centimetri di lato e la metto da parte. Preparo anche il bicchierino di brandy poi inizio per davvero.

Metto sul fuoco una casseruola larga almeno 26 centimetri con un bordo di almeno 10 centimetri e ci metto 2-3 cucchiai di olio extravergine di oliva. Quando l’olio è caldo ci metto la carne mettendola in modo che non ci siano pezzi sovrapposti e la faccio rosolare a fiamma alta.

Quando prende colore da un lato la giro fino a quando sarà rosolata su tutti i lati. A questo punto sfumo con il brandy che evapora in un minuto.

Adesso verso le cipolle e le faccio appassire un paio di minuti poi aggiungo anche le carote e infine il pomodoro. Non resta che aggiungere il brodo, chiudere con il coperchio e far cuocere per un’ora a fiamma medio bassa.

Quando lo spezzatino è cotto sento se va bene di sale o se devo aggiungerne poi spengo il fuoco. A questo punto preparo la polenta.

Io inizio solo a questo punto perché quella che ho io è una polenta che cuoce in pochi minuti, altrimenti dovrete iniziare prima, in base a quanto tempe necessita per cuocere la vostra polenta. Di solito c’è l’indicazione del tempo di cottura sulla busta.

Metto sul fuoco una pentola con l’acqua, un cucchiaino di sale e un cucchiaio di olio e la porto a bollore. Verso a pioggia la polenta mescolando con la frusta poi, quando inizia a restringersi, la mescolo con un cucchiaio di legno. Continuo a mescolare fino al termine della cottura.

Ora verso la polenta direttamente sui piatti poi ci metto sopra il sugo e qualche pezzetto di carne.

La polenta taragna con spezzatino di vitello è pronta, ora tutti a tavola per gustarla prima che si raffreddi.

Se avete qualche commensale che non adora la carne di vitello potete sostituirne una parte con delle salsicce, il sughetto sarà ancora più buono!Polenta taragna con spezzatino di vitello

seguici-su-facebook Se volete rimanere sempre aggiornati e visualizzare le nuove ricette pubblicate, diventate fan della pagina facebook del blog “Le ricette di mamma Lù”.

Quindi cliccate sul “Mi piace” qui sotto.

Precedente Pasta alla chitarra con farina di semola di grano duro Successivo Biscotti vegani alle mandorle

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.