Cracker al grano saraceno

Ho provato mille volte a fare i cracker fatti in casa, provando 1000 ricette diverse, ma non ne trovavo mai una che soddisfacesse i miei gusti. Finalmente pensando alla ricetta più semplice che potevo provare, sono riuscita a fare questi ottimi cracker al grano saraceno.

cracker al grano saraceno

Ingredienti:

350 g farina di tipo 2

50 g farina di grano saraceno

200 g acqua

40 g olio extra vergine di oliva

sale

 

Mettete in una ciotola le farine, l’olio e l’acqua fredda, aggiungete un pizzico di sale e iniziate a mescolare energicamente. Quando avrete un impasto sodo traferitelo su un piano di lavoro leggermente infarinato e lavoratelo ancora qualche minuti, fino ad ottenere un panetto liscio.

Ora mettetelo a riposare per 30 minuti coperto da una ciotola. Riprendetelo e dividetelo in 4 poi iniziate a stenderne una con il matterello fino ad ottenere uno spessore si un millimetro. Ora ripiegate la sfoglia a meta, quindi piegatelo ancora a metà in modo da formare quattro strati. Stendetelo nuovamente con il matterello fino ad ottenere uno spessore di meno di due millimetri.

Iniziate a tagliare questa sfoglia in quadrati o nella forma che preferite (io ho scelto i quadrati per non creare scarti da dover rilavorare) poi trasferite i cracker su una teglia foderata di carta forno e forateli con i rebbi di una forchetta. Ripetete l’operazione fino ad utilizzare tutto l’impasto.

Per farli salati in superficie dovrete sprizzarli con qualche goccia di acqua (basta bagnare ripetutamente una mano e schizzare l’acqua sopra ai cracker) e cospargeteli con qualche granello di sale.

Cuocete ogni teglia per 8 minuti in forno ventilato preriscaldato a 200°.

Si conservano per 3-4 giorni in contenitori ermetici o in buste sigillate, ma scommetto che dureranno molto meno11.

Cracker al grano saraceno

 

seguici-su-facebook Se volete rimanere sempre aggiornati e visualizzare le nuove ricette pubblicate, diventate fan della pagina facebook del blog “Le ricette di mamma Lù”.

Quindi cliccate sul “Mi piace” qui sotto.

Precedente Cipolle caramellate Successivo Caramelle al miele e sesamo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.