Brasato di manzo

Appena arriva l’autunno, e per tutto l’inverno, uno dei piatti che più mi piace fare è il brasato di manzo. Sarà perché è un piatto che, anche se deve cuocere a lungo, una volta messo sul fuoco ce se ne può quasi dimenticare, oppure sarà perché da proprio l’idea del piatto della domenica, oppure sarà semplicemente perché è buono! Fatto sta che ogni volta che posso lo preparo…

Come taglio per fare il brasato potete usare il “cappello del prete” oppure lo scamone o il campanello.

  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo12 Minuti
  • Tempo di cottura3 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno, Inverno

Ingredienti

qui metto le dosi che uso quando preparo il brasato per la mia famiglia, considerando che lo preparo come piatto unico, quindi senza fare un primo devo per forza fare delle dosi abbondanti

1 kg manzo (Magro)
3 carote
2 coste sedano
1 cipolla rossa
1 foglia alloro
1 l vino rosso
500 ml brodo vegetale
1 cucchiaino pepe nero in grani
2 pizzichi sale
2 cucchiai olio di oliva

Passaggi

per preparare un buon brasato di manzo bisogna preparare la carne la sera prima, o almeno 12 ore prima della cottura, mettendola in un recipiente insieme al vino, alle carote pelate e tagliate a rondelle, al sedano lavato e tagliato grossolanamente, alla cipolla spezzata almeno a metà e all’alloro. Poi il contenitore va coperto con un coperchio o con la pellicola trasparente e va messo in frigorifero per 12 ore come già detto.

trascorso tutto questo tempo bisogna mettere sul fuoco una casseruola dal bordo alto e dal fondo antiaderente, con dentro due cucchiai di olio. Fate scaldare l’olio poi scolate la carne e rosolatela su tutti i lati facendola sigillare per bene. Una volta rosolata la carne potete versare tutto il liquido della marinatura insieme anche alle verdure e aggiungendo il pepe e il sale. Iniziate così la cottura del brasato di manzo ricordandovi di tenere la pentola chiusa con un coperchio e di girare la carne ogni mezz’ora o tre quarti d’ora.

se il liquido di cottura si asciuga troppo dovrete allungarlo con il brodo vegetale ma senza esagerare perché la carne dovrà essere immersa solo a metà nel liquido di cottura.

Quando saranno passate le tre ore vuol dire che la carne è cotta: trasferitela su un tagliere e copritela con la stagnola per un quarto d’ora prima di tagliarla. Nel frattempo tritate le verdure e il fondo di cottura con il frullatore a immersione o con un passaverdure: questo fantastico sughetto darà ancor più sapore al brasato di manzo.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *