Crea sito

Pane arabo con esubero di lievito madre

Sempre nell’ottica del “non si butta via niente”, continuiamo con gli esperimenti, utilizzando l’esubero del lievito madre. In questa ricetta ho realizzato il pane arabo. Un pane morbido, che rimane chiaro, e che in cottura gonfia rimanendo vuoto al centro. Ottimo da farcire.

  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gfarina Mix B Schar
  • 200 gesubero di lievito madre
  • 400 mlacqua a temperatura ambiente
  • 15 g sale
  • 20 golio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiainobicarbonato
  • q.b.farina di riso (per lo spolvero)

Preparazione

  1. Versate nella planetaria l’esubero del lievito madre, aggiungete metà dell’acqua e mescolate con una forchetta. Versate la farina e iniziate a impastare a velocità media, pian piano aggiungete l’acqua e continuate e impastare. A questo punto potete aggiungere il bicarbonato, il sale e per ultimo l’olio. Una volta che si sarà assorbito completamente, continuate ad impastare a velocità più sostenuta per alcuni minuti. Se volete potete anche impastare a mano ungendovi le dita con un po’ di olio.

  2. Mettete l’impasto a riposare per 30 minuti circa. Poi dividetelo in 6 parti e formate altrettanti panetti con l’aiuto di un po’ di farina di riso. Copriteli con un panno e metteteli a riposare per un’ora.

  3. Trascorso il tempo del riposo, prendete i panetti e con l’aiuto di un mattarello stendeteli in dischi dello spessore di un centimetro circa.

  4. Accendete il forno a 250° ponendo sul fondo la leccarda capovolta. Una volta raggiunta la temperatura mettete i vostri dischi di pane a cuocere appoggiandoli sulla leccarda con la protezione della carta da forno che potete rimuovere a metà cottura. Fate cuocere per 5/8 minuti, calcolando che se li volete più coloriti potete spostare la leccarda in alto per gli ultimi due minuti di cottura.

  5. In cottura si gonfieranno e saranno perfetti per essere farciti con quello che più preferite!

Conservazione

Mangiati appena sfornati sono perfetti, ma sono ottimi anche i giorni successivi, se conservati in un sacchetto per alimenti e riscaldati in forno o in padella prima di consumarli. Potete anche congelarli, una volta perfettamente raffreddati, sarà sufficiente tirarli fuori dal freezer 2 ore prima e saranno come appena fatti.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.