Ricette semplici per panificatori seriali, curiosi di natura, instancabili esploratori, amanti del buon cibo, del buon vino, della birra artigianale e della buona compagnia

Ricette semplici per panificatori seriali, curiosi di natura, instancabili esploratori, amanti del buon cibo, del buon vino, della birra artigianale e della buona compagnia

Vellutata di topinambur e porri

Vellutata di topinambur e porri

Un’avvolgente zuppa per riscaldare le nostre sere d’inverno!

Il topinambur ha mille proprietà benefiche: favorisce la diuresi, la digestione, ed è indicato per la dieta del diabetico.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

500 g topinambur
200 g porro
10 g olio extravergine d’oliva
80 g bacon
1 l acqua
q.b. sale
q.b. pepe

Strumenti

1 Frullatore a immersione

Passaggi

Per prima cosa, puliamo bene i topinambur. Non è necessario pelarli, ma se la buccia si presenta non integra, preferiamo rimuoverla. Riponiamo i topinambur puliti e tagliati a tocchetti in una ciotola con limone e acqua per evitare che anneriscano.

Tagliamo i porri a rondelle e poniamoli in una pentola (a noi piace usare quella di coccio, ma va bene qualsiasi pentola a fondo largo) con un cucchiaio colmo di olio extra vergine di oliva.

Facciamo soffriggere per qualche minuto facendo attenzione che i porri non si brucino.

Uniamo i topinambur, facciamo saltare per un paio di minuti.

Aggiungiamo un litro di acqua, portiamo a bollore, aggiustiamo di sale.

Lasciamo a bollire per mezzoretta (fuoco medio basso) o comunque fino a che porri e topinambur si presenteranno morbidi.

La consistenza della vellutata la decidiamo secondo il nostro gusto: trascorsa la mezzora, se si presenta troppo liquida rimuoviamo un paio di mestoli di acqua e li mettiamo da parte (sono un’ottima base di brodo vegetale per ogni uso). Se ci sembra troppo asciutta, possiamo aggiungere un pochino di acqua, una noce di burro (senza lattosio per me) o un bicchiere di latte (sempre senza lattosio per me…).

Nel frattempo scaldare per un paio di minuti una padella antiaderente. Quando calda, far abbrustolire un paio di fettine di bacon a testa, che useremo come guarnizione.

Frulliamo la vellutata e regoliamo di sale e pepe.

Porzioniamo e guarniamo con il bacon ed eventualmente qualche briociola di pane biscottato.

/ 5
Grazie per aver votato!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.