Ricette semplici per panificatori seriali, curiosi di natura, instancabili esploratori, amanti del buon cibo, del buon vino, della birra artigianale e della buona compagnia

Ricette semplici per panificatori seriali, curiosi di natura, instancabili esploratori, amanti del buon cibo, del buon vino, della birra artigianale e della buona compagnia

Porchetta nel forno di casa

Porchetta nel forno di casa

La porchetta a casa mia è un must, piatto principe del Natale e/o della Pasqua e/o di ogni volta che si poteva. Nonna la cuoceva nel forno a legna, con la stufa da tenere sempre a temperatura costante e il profumo che riempiva la casa per giorni. E nonna usava la mezzena: una pancetta intera di maiale in cui arrotolava i fegatini, il tutto avvolto in una cotenna croccantissima e deliziosa.
La versione che vi propongo qui è quella che io e Ale facciamo a casa, un filo più semplice perchè è cotta nel forno elettrico, e un filo più leggera perchè fatta con il capocollo, che è un taglio un pochino più magro.

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione50 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura4 Ore
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

2 kg capocollo
q.b. cotenna di suino (stessa dimensione del pezzo di capocollo)
500 g fegato di suino
40 g sale
12 g pepe nero
6 spicchi aglio (non spellati)
q.b. finocchietto selvatico

Strumenti

1 Forno
1 Teglia
1 Griglia
Spago da cucina

Passaggi

Condiamo la carne

Prendiamo la nostra carne. Avremo chiesto al macellaio di tagliarla come da foto aprendo il capocollo e ricavandone un rettangolo spesso almeno 2 cm.

Prendiamo la cotenna, che avremo ordinato della stessa dimensione del pezzo di carne aperto

Cospargiamo con attenzione e in modo uniforme tutto il sale e il pepe

Riporre al fresco (in cantina, coperto, o in frigorifero) per 24 ore.

Condiamo i fegatini

Tagliare il fegato a pezzetti e portarlo a ebollizione in acqua salata e aromatizzata con finocchietto selvatico e spicchi di aglio.

Lasciar cuocere per 15 minuti circa, spegnere il gas e lasciare il fegato nel pentolino nella sua acqua fino a completo raffreddamento.

Farciamo e arrotoliamo la porchetta

Disponiamo uniformemente i fegatini. La nostra porchetta è pronta per essere arrotolata e legata con lo spago.
Questa fase è fondamentale: stringete bene e legate con forza!

Strofinate la cotenna con abbondante sale grosso

Cuociamo la porchetta

Poniamo una griglia (preferibilmente con i piedini) in una teglia e poggiamoci sopra la nostra porchetta: in questo modo la porchetta risulterà rialzata dalla teglia e riuscirà a scolare il proprio grasso in eccesso, resta restarvi immersa.

Cuocere in forno preriscaldato a 250° costanti per almeno 4 ore.
E’ importante non toccare, nè girare mai la porchetta.
La cotenna si cuocerà, assumendo un bel colore dorato scuro: se vi sembra che si bruci potete coprire la porchetta con un panno bagnato, che avrete cura di togliere INDEROGABILMENTE mezzora prima della fine della cottura (per evitare che resti umida la cotenna).

Ultimata la cottura, tagliare lo spago, affettare e servire con la cotenna (scrocchiarella e meravigliosa!!!)

Per un risultato ancora più morbido potete utilizzare il taglio mezzena (pancetta), avendo cura di chiedere al vostro macellaio di ricavare un pezzo piuttosto magro(per quanto possa esserlo la pancetta) per evitare che risulti troppo pesante.

/ 5
Grazie per aver votato!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.