pancetta

Racconti di capricci e pasta con le patate silane e pancetta

11282487_10205877943501689_1394408921_o

La pasta e patate è una pietanza, legata ad un preciso istante della mia infanzia, fatto di quei classici capricci che fanno tutti i bambini, quando a tavola c’è una portata che senza nemmeno assaggiarla, esclamano: “No, non mi piace” con tanto di broncio e braccia conserte, in segno di protesta. Avevo più o meno 5 anni, e tutti i venerdì mia nonna preparava questo primo piatto, e io solo a vederlo sbuffavo, dicendo: “Non la voglio pasta e patate, non mi piace!!”. Mia nonna allora, diceva: “Matilde ma come fai a dire che non ti piace, se non l’hai neanche assaggiata? E poi nonna l’ha preparata con le patate silane, le migliori”. Niente non c’erano versi di farmela mangiare. Così mia nonna, mi cucinava altro. Ma un giorno di un insolito venerdì, e al mio consueto rifiuto di mangiare, mia nonna in dialetto calabrese mi disse: “Matilde, allora quann ven ptito mangi” traduzione: “Matilde, allora quando avrai fame mangerai”! Io non capivo e risposi: “Chi è nonna questo ptito? e lei: “quando verrà lo conoscerai”. Così, mia nonna non volle prepararmi nulla. Dopo un pò iniziavo a sentire fame, e le chiedevo cosa ci fosse da mangiare e lei rispondeva: “C’è pasta e patate, la vuoi? E io: “No,non mi piace!” Andammo avanti con questo botta e risposta o lotta, per tutto il pomeriggio. Ad un certo punto io stremata ed affamata le dissi: “Ma nonna, quando viene sto ptito, ho fame, va bene mangio pasta e patate”. Mia nonna mi guardò entusiasta e disse: “Ora è arrivato ptito”. Insomma questo ptito era l’appetito, quella fame avida che ti spinge poi, a mangiare senza pregiudizi. La ricetta è quella classica, con l’aggiunta di pancetta, una mia piccola variazione, perchè mia nonna era sì tosta, ma io di più… Con amore a mia nonna, che per sentirla vicina, preparo la pasta con le patate silane.

Ingredienti:
– 400 g di pasta
– 150 g di patate silane
– 50 g di carote novelle
– 6 pomodorini
– basilico
– prezzemolo
– una costa di sedano
– uno spicchio d’aglio
– 4 cucchiai d’olio EVO
– 50 g di pancetta
– sale e pepe q/b
– 500 ml di acqua
– 50 g di pecorino romano

Procedimento: Tagliate le carote, il sedano e le patate a dadini, tritate il prezzemolo e il basilico, versate il tutto in una padella con olio, aglio e i pomodorini tagliati a metà. Fate rosolare lentamente per 3 minuti salate, pepate e aggiungete 500 ml di acqua, quando questa bollirà, versate la pasta, e fate cuocere in base al tempo di cottura che richiede il tipo di pasta che avete scelto, io vi consiglio la pasta corta. Servite con una manciata di pecorino fresco e aggiungete la pancetta a dadini, in modo che con il calore della pasta si scioglierà amalgamandosi prefettamente.

Buon appetito
Madame Bistrò

Pubblicato in Primi Piatti | Commenti disabilitati su Racconti di capricci e pasta con le patate silane e pancetta

La girandola dei sapori

11328903_10205777426428825_374577529_n

La girandola dei sapori è una torta rustica dall’aspetto invitante e originale . Questa torta salata potete prepararla per un aperitivo prima di cena,o per una gita fuori porta, ho trovato questa idea sul blog di Giallo Zafferano, e potete riempirla come volete. La girandola è un antipasto strategico o un salva cena, veloce e facile da preparare.
Ingredienti :
– 1 rotolo di pasta sfoglia
– 50 g di ricotta
– 100 g di pancetta coppata
– 20 g di pomodori secchi
– 9 fette di formaggio dolce ( Galbanino)

Procedimento: Prendete un rotolo di pasta sfoglia, stendetela con un mattarello, cercando di ottenere una forma rettangolare, oppure potete acquistare un rotolo di pasta sfoglia rettangolare. Tagliate 3 strisce di pasta e riempitele al centro con la pancetta coppata, il formaggio, i pomodorini sminuzzati e i ciuffetti di ricotta. A questo punto chiudete le strisce di pasta arrotolandole su se stesse , e create partendo dal centro la girandola. Spennellate con un tuorlo d’uvo o dell’olio Evo e semi di sesamo. Infornate a 150 ° per 30 minuti , forno ventilato.
Bon appetit
Madame Bistrò.