antipasti

Il cappellaio Matto

cappellaiomatto2

Il Cappellaio Matto è un finger food creativo quanto basta nella presentazione ma al tempo stesso buonissimo, speciale, che incuriosisce e ti spinge ad assaggiarlo. Ha un gusto tutto da scoprire. Il sapore è un gioco di equilibri tra i vari ingredienti dosati nella loro peculiarità ed essenza.
Ho realizzato questo finger food friggendo semplicemente dei capellini all’uovo e le scorze di parmigiano reggiano, che pulite accuratamente e bollite, sono ottime nelle zuppe , minestre o saltate in padella da mangiare assolute, o da inserire in una ricetta per un aperitivo. In questa preparazione il parmigiano svolge un doppio ruolo, e il risultato non può che non essere fantastico. Poi c’è l’aspetto emotivo di questa ricetta, che si presenta con un groviglio di capelli… o meglio capellini, arruffati ed intricati… Cosa nasconderà questa matassa ingarbugliata? Un cuore morbido, delicato, ma attenzione non tutto è poi così monotono…. perchè sotto sotto, c’è una nota intensa di carattere, la scorza, del parmigiano stupisce e ribalta ogni congettura e prevedibilità, facendo venir fuori la sua vera anima forte e intensa mostrandone l’eccellenza.
Questo finger food lo dedico a tutti i sognatori, inguaribili, difficili da prendere, da capire che dal loro cappello sono sempre capaci di tirar fuori qualsiasi cosa per stupire, destare sorrisi e meraviglia anche in cucina 😉 .
-Alice:”è impossibile…”
-Il Cappellaio matto:”solo se pensi che lo sia”

ingredienti per 4 persone
– 80 g di parmigiano reggiano 18 mesi
– 200 ml di panna fresca da cucina
– 150 g di fiori di zucca
– 100 g di capellini di pasta all’uovo
– sale q/b
– olio di semi q/b
– pepe q/b
– olio evo q/b

Procedimento : Prendete dei capellini di pasta all’uovo, friggeteli per circa un minuto in una padella con l’olio e quando saranno ben dorati, con una schiumarola scolateli e metteteli ad asciugare su carta assorbente da cucina. Aggiungete un pizzico di sale e pepe ai capellini, metteteli da parte. In una pentola scaldate la panna, non fatela bollire e versateci a fiamma spenta il parmigiano reggiano grattugiato al momento,mescolate, ponete la crema in frigo e fate raffreddare. Lavate e tritate i fiori di zucca, scottateli in padella con un filo d’olio Evo, salate e pepate. Pulite le scorze di parmigiano, bollitele per circa 20 minuti. Quando le scorze saranno pronte, tagliatele a cubetti e scottatele in padella per qualche minuto. Togliete il composto di panna e parmigiano e montatelo con le fruste, otterrete così una crema di formaggio deliziosa e soffice, aggiustate di sale e pepe e mettetela da parte. A questo punto procediamo con l’assemblaggio del finger food. Prendete un bicchiere o calice elegante o una piccola cocotte trasparente, versate sul fondo la dadolata delle scorze di parmigiano, aggiungete i fiori di zucca, la crema di parmigiano , un altro strato di fiori di zucca, altra crema e terminate con i capellini all’uovo, che decorerete con qualche scaglia di parmigiano e al centro un grazioso pistillo di fiore di zucca.

Pubblicato in Antipasti | Commenti disabilitati su Il cappellaio Matto

La frisa pugliese

11328702_10205881391347883_1290923633_o

La frisa o fresella, è una specialità dell’Italia meridionale. Un piatto tipico che possiamo trovare sia in Campania, Calabria, e Puglia. La frisa è un prodotto da forno, molto simile ai taralli di grano duro, tagliata a metà in senso orizzontale e cotto due volte nel forno, cioè biscottata. Essendo simile ad una fetta di pane duro, prima di procedere con i vari condimenti, si bagna nell’acqua per ammorbidirla. La tradizione pugliese prevede che la frisa venga bagnata nell’acqua di mare e condita con i pomodori freschi. Questo è un piatto eccezionale, ricco di storia e di tradizione, una pietanza che d’estate è molto indicata, buona e leggera, si presta ad ogni tipo di condimento, diventando così un piatto unico , facile e veloce da preparare. La ricetta che vi propongo oltre ad avere come base il pomodoro, ha l’aggiunta del tonno, olive nere e rucola.

ingredienti:
– 4 frise
– 200 g di tonno all’olio d’oliva
– 200 g di pomodorini
– 100 g di rucola
– 1 cipollina novella
– 100 g di olive nere
– origano
– basilico
– sale
– olio
– peperoncino

Procedimento :Bagnate le frise sotto l’acqua corrente e sistematele in un piatto.Tagliate i pomodorini a metà, metteteli in una ciotola con il tonno, le olive, la cipollina tagliata sottile e la rucola precedentemente lavata ed asciugata, aggiungete poi l’origano, un filo d’olio, il basilico e un pizzico di peperoncino, mescolate il tutto e con questo composto condite le frise .

Buon appetito

Pubblicato in Antipasti | Commenti disabilitati su La frisa pugliese

Frittelle ai fiori di zucca

11330070_10205808061594685_1299561223_o

Oggi friggiamo! Vi propongo le classiche ma tanto amate frittelle di zucca. Buonissime, favolose e irresistibili. Un piccolo consiglio è quello di lavare bene i fiori di zucca e farli asciugare, in questo modo non inumidiranno l’impasto e la frittura sarà perfetta. Cercate sempre di non mettere tante frittelle a friggere, altrimenti la temperatura dell’olio si abbasserà e il vostro fritto risulterà poco croccante. Pronte per friggere?

Ingredienti:
– 12 fiori di zucca
-200 g di farina
– 1 uovo
– 100 ml di acqua frizzante
– 1 bustina di lievito istantaneo
– sale e pepe q/b
– 1 lt di olio di semi
11287620_10205809656914567_182615374_o
Procedimento : in una ciotola mescolate la farina setacciata con il lievito, aggiungete l’uovo, l’acqua il sale un pizzico di pepe. Amalgamate per bene e aggiungete i fiori di zucca , precedentemente lavati ed asciugati e fate lievitare per un’ora. Scaldate l’olio di semi friggete piccole palline di impasto formandole con un cucchiaio: ogni cucchiaiata di impasto sarà una frittella.

Bon Appetit

Madame Bistrò

Pubblicato in Antipasti | Commenti disabilitati su Frittelle ai fiori di zucca

La girandola dei sapori

11328903_10205777426428825_374577529_n

La girandola dei sapori è una torta rustica dall’aspetto invitante e originale . Questa torta salata potete prepararla per un aperitivo prima di cena,o per una gita fuori porta, ho trovato questa idea sul blog di Giallo Zafferano, e potete riempirla come volete. La girandola è un antipasto strategico o un salva cena, veloce e facile da preparare.
Ingredienti :
– 1 rotolo di pasta sfoglia
– 50 g di ricotta
– 100 g di pancetta coppata
– 20 g di pomodori secchi
– 9 fette di formaggio dolce ( Galbanino)

Procedimento: Prendete un rotolo di pasta sfoglia, stendetela con un mattarello, cercando di ottenere una forma rettangolare, oppure potete acquistare un rotolo di pasta sfoglia rettangolare. Tagliate 3 strisce di pasta e riempitele al centro con la pancetta coppata, il formaggio, i pomodorini sminuzzati e i ciuffetti di ricotta. A questo punto chiudete le strisce di pasta arrotolandole su se stesse , e create partendo dal centro la girandola. Spennellate con un tuorlo d’uvo o dell’olio Evo e semi di sesamo. Infornate a 150 ° per 30 minuti , forno ventilato.
Bon appetit
Madame Bistrò.