Biscotti di San Martino -Sammartinelli

I biscotti di San Martino – Sammartinelli, fanno parte della tradizione palermitana, dove la gente concludeva il suo modesto pasto con i biscotti di San Martino bagnati nel Moscato, un’uva dolce e molto profumata. La preparazione di questi biscotti che, prendono appunto il nome di “biscotti di San Martino”,  viene fatta con farina impastata con il latte e molto lievitata. I biscotti hanno la forma di una pagnottella rotondeggiante e l’aggiunta nell’impasto di semi d’anice conferisce loro un sapore e un profumo particolare. Si posso lasciare così semplici, cuocendoli un pochettino di più per farli biscottare, altrimenti esiste anche la versione, come quella che ho fatto io, ripiena con ricotta di pecora e cioccolato fondente, bagnati con il rum. Sono veramente semplici da preparare e poco costosi.

Biscotti di San Martino - Sammartinelli
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 10-15 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 9-10 biscotti
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

PER I BISCOTTI

  • 250 g Farina 00
  • 100 ml Latte
  • 60 g Zucchero
  • 60 g Strutto
  • 10 g Lievito di birra fresco
  • 1 pizzico Sale fino
  • q.b. Cannella in polvere (facoltativa)
  • q.b. Semi di anice (o finocchio)

PER IL RIPIENO

  • 300 g Ricotta di pecora
  • 60 g Zucchero a velo
  • 40 g Cioccolato fondente

PER LA BAGNA

  • 50 ml Acqua
  • 15 g Zucchero di canna
  • 15 ml Rum

Preparazione

  1. Biscotti di San Martino - Sammartinelli

Biscotti di San Martino – Sammartinelli

Procedimento per i biscotti di San Martino – Sammartinelli:

1.Preparate per prima cosa l’impasto dei biscotti. Su una spianatoia, versate la farina setacciata a fontana, poi unite lo strutto a pezzettini, lo zucchero, i semi di anice e la cannella. Intanto sciogliete il lievito con un paio di cucchiai di latte, che avrete scaldato precedentemente, e un cucchiaino di zucchero e, lasciate agire per cinque minuti.

2.Adesso unite il lievito alla farina agli altri ingredienti e impastate, dapprima con una forchetta, aggiungendo man mano altro latte tiepido e poi con le mani fino ad ottenere un impasto liscio e compatto. Trasferite in una ciotola infarinata, coprite con un canovaccio e lasciate lievitare fino al raddoppio del volume, io l’ho lasciato tutta la notte per questioni lavorative.

3. Una volta che l’impasto è pronto, dividetelo in parti uguali circa 50 g a biscotto, formate dei bastoncini di circa 15-20 centimetri di lunghezza e 1 cm di spessore, poi arrotolateli su loro stessi creando una chiocciola come in foto 1. Trasferiteli su una placca coperta con carta forno ben distanziati tra loro e lasciate lievitare per un almeno un paio d’ore, io li ho lasciati per quattro ore.

4. Dopo la seconda lievitazione (foto2) cuocete in forno statico già caldo a 200°C per 10-15 minuti o comunque fino a doratura. Sfornate e lasciate freddare completamente su una gratella. Intanto che i biscotti cuociono e si freddano, fate scolare la ricotta, per eliminare il siero.

5. Preparate anche la bagna, sciogliendo lo zucchero nell’acqua, sul fuoco, poi aggiungete il rum a fornello spento e lasciate freddare completamente.

6. Quando tutto è pronto, mescolate la ricotta con lo zucchero a velo e il cioccolato, lavorandola per bene con una frusta, quindi tagliate la calotta superiore dei sammartinelli, e con l’aiuto di un cucchiaino scavate leggermente all’interno del biscotto, in modo da formare una piccola cavità.

7. Bagnate la base con la bagna al rum e farcite i biscotti con la ricotta, richiudete con la calotta e lasciate riposare per qualche ora, poi spolverate con zucchero a velo e servite.

Precedente Spaghetti con ragù di pollo e castagne Successivo Crostatine con patate e salmone

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.