Sterilizzare vasetti vetro per le conserve

Sterilizzare vasetti vetro  per le conserve è obbligatorio!

Sterilizzare vasetti vetro  è un procedimento importantissimo per le nostre conserve. Occorre eliminare i microrganismi presenti nel cibo e nell’aria per scongiurare la contaminazione delle conserve che potrebbero rappresentare un serio pericolo per la nostra salute. Chi mi segue conosce molto bene la mia titubanza nel fare le conserve e la mia paura verso il Clostridium botulinum  (botulino), ma alcune conserve vanno fatte e allora …sterilizziamo i vasetti perchè solo così saremo certi e sicuri della nostre conserve casalinghe. Sterilizzare vasetti vetro è facilissimo, richiede solo un po’ di pazienza ma ne vale la pena. Un ultimo consiglio: preferite sempre vasetti piccoli in quanto una volta aperti sarà più veloce consumarli e conservateli sempre in frigo.

Sterilizzare vasetti vetro per le conserve

Sterilizzare vasetti vetro

  1. Lavare accuratamente con detersivo, a mano o in lavastoviglie, i vasetti e i loro tappi nuovi. ( E’ consigliabile usare tappi nuovi, costano poco e ci garantiscono una chiusura ermetica e un’ottima conservazione) Assicurarsi che dopo averli lavati i vasetti non abbiamo nessun odore.
  2. Coprire il fondo di una pentola alta e capiente con un canovaccio pulito e sistemare i vasetti e i tappi da sterilizzare avendo l’accortezza di contrastarli per bene utilizzando altri canovacci per evitare che durante l’ebollizione dell’acqua possano urtare uno contro l’altro e rompersi.
  3. Coprire completamente con acqua fredda i vasetti e portare a bollore a fuoco vivo.
  4. Abbassare la fiamma e calcolare 30 minuti dal bollore, spegnere il fuoco.
  5. Far raffreddare l’acqua ed estrarre i vasetti. Riporli a testa in giù su di un canovaccio asciutto e pulito e poco prima di utilizzarli capovolgerli per far evaporare eventuale vapore rimasto all’interno.
  6. Il sottovuoto: riempire i vasetti con marmellata calda lasciando circa un dito dal margine. Chiudere ermeticamente e metterli a testa in giù per creare il sottovuoto. Far raffreddare completamente, verificare se si è formato il sottovuoto con una leggere pressione sul tappo per sentire il  “click clack”.
  7. Per maggior sicurezza è consigliabile sterilizzare ulteriormente i vasetti riempiti di conserve e chiusi ermeticamente: vanno sistemati in una pentola capiente contrastati con canovacci e coperti completamente con acqua tiepida per velocizzare la procedura. Portare a bollore e continuare a far bollire 30 minuti circa.  Per la salsa o i pelati consiglio di allungare i tempi fino ad un massimo di 2 ore dal bollore (sono tante lo riconosco ma preferisco essere sicura )

In alternativa potete sterillizzare i vasetti di vetro lavandoli in lavastoviglie a 70°C ( io non preferisco questo metodo in quanto potrebbe esserci un residuo di detersivo)  o infornandoli per 15 minuti a 180°C

Vi invito a diventare fan della mia pagina Facebook per essere così sempre aggiornati sulle mie nuove ricette e restare in contatto con me. Allora cliccate QUI e poi mettete MI PIACE.

Se volete potere ricevere gratuitamente tutte le mie ricette tramite posta elettronica, cliccate QUI                   

  ENJOY E GRAZIE PER L’ATTENZIONE :)

 

Precedente Peperoni ripieni con ricotta ricetta Il Mio Saper Fare Successivo Confettura di prugne

21 commenti su “Sterilizzare vasetti vetro per le conserve

  1. Consigli molto utili, io seguo questa procedura per le confetture: – lavo i vasetti con detersivo e li sciacquo; – li faccio asciugare in forno a 150 gradi per 30 min; – li tolgo dal forno 5 minuti prima di riempirli; – li riempio con la confettur bollente; – li chiudo con i tappi nuovi ( lavati con detersivo e sciacquati) ; – chiudo e capovolgo il vasetto fino a raffreddamento ; -faccio bollire i vasetti 40 minuti; li conservò sempre in frigorifero (ho un piccolo frigorifero dedicato alle conserve). Cosa ne pensi?
    Saluti
    Maurizia

    • ciao io sono annamaria masini seguo tanto marisa con le sue eccellente ricette buonissime….poi quante cose e trucchi imparo da lei
      volevo dire riguardo allo sterilizzare i barattoli riempiti di pommarola io gli sterilizzo cosi ; quando cominciano a bollire ,abbasso la fiamma e gli faccio bollire piano piano x un’ora ,poi fatto questo spengo il gas e li lascio ancora x mezz’ora nell ‘acqua .passato questo tempo li tolgo gli capovolgo in una spianatoia di legno fino a quando non si sono raffreddati bene poi gli metto nel ripostiglio al buio e devo che mi bastano anche 4 anni cosi ….ormai sono tantissimi anni che li faccio e quanta quantità di pomodori tutti gli anni!! faccio anche pomodori di sammarzano li preparo facendoli a spicchi lunghi poi li sistemo nei barattoli con basilico e un pò di sale e li chiudo ermeticamente e li faccio bollire x 45 minuti poi il solito procedimento……..sono buonissimi da mangiare x contorno basta metterci un po di olio d’oliva e sale a piacere ed è un piatto eccellente però li consumo prima di un anno …..

  2. È stato molto utile leggere questo articolo, perché molte volte mi trattengo dal fare le conserve per paura di non sterilizzare bene i vasetti. Seguirò la tua procedura.

  3. ANNA3 il said:

    finalmente una spiegazione decente sull’argomento sterelizzazione vasetti.
    io ho il terrore delle conserve fatte in casa perché se non si rispettano tutte le massime regole di igiene il botulino ti frega.
    grazie marisa per i tuoi preziosi consigli

  4. Articolo molto interessante, ne cercavo proprio uno di questo tipo perchè voglio cimentarmi con le conserve. Anche io ho sempre avuto paura di non riuscire a sterilizzarli per bene.
    Devo confessare che uno dei maggiori motivi per cui voglio iniziare a fare un po’ di conserve è il fatto che si possono decorare con fiocchi, nastri ed etichette colorate. ;-p
    Ho una domanda: le guarnizioni di gomma sono necessarie?

    • loti64 il said:

      Non vedo l’ora di poter vedere le tue decorazioni…. le guarnizioni non sono necessarie, io utilizzo solo tappi che si avvitano 🙂 Le guarnizioni hanno un odore ce non mi piace 🙂 Un bacione e alla prossima

  5. Simona il said:

    Sono un po confusa: ci sono ricette in cui, una volta invasata la marmellata viene detto di far bollire di nuovo di barattoli per creare il sottovuoto, altre in cui viene detto di girare semplicemente i barattoli… mi spiegate perché e la differenza??

    • loti64 il said:

      Ciao Simona… per conservare la marmellata possiamo sterilizzare i vasetti riempiti o capovolgerli appena riempiti con marmellata calda, tutto questo per ottenere il sottovuoto. Io preferisco bollire i vasetti per essere più sicura. Dimmi se hai ancora dubbi…un caro saluto

    • Herik il said:

      ciao, non è che si crea il sottovuoto, e non serve per conservare, l’aria che è intrappolata nel barattolo se è fredda quando bolle esce dal tappo, se invece invasi a caldo quando si raffredderà occuperà meno spazio e quindi il tappo scatterà.
      Ma il botulino è un organismo anaerobico, quindi non ha bisogno di aria, e il sottovuoto sarebbe in realtà favorevole alla sua vita. Però se parte qualche altra colonia batterica produce dei gas che fanno rilasciare il tappo, permettendoci di sapere che il contenuto è alterato.

      Comunque la salsa di pomodoro è acida, e non è un ambiente favorevole allo sviluppo del botulino già di suo, come le confetture che contengono zucchero o i sottaceto, il problema maggiore si ha con le conserve poco acide, per minimizzare il rischio al posto della pastorizzazione casalinga (il pentolone, non sterilizza!) si può tindalizzare, cioè fare tre pastorizzazioni a distanza di un giorno per far schiudere le spore botuliniche eventualmente presenti, industrialmente si va a 121° per tre minuti e in quelle condizioni le spore muoiono, ma in casa non si può fare.

      Io uso il metodo del forno per sterilizzare i barattoli, 130° per almeno 15′, tappi compresi, poi invaso a caldo la salsa o la confettura e giro per scaldare bene ancora il tappo che ho tolto prima dal forno perché se no non tiene per la dilatazione (Bormioli piccoli), lascio a raffreddare e il giorno dopo è tutto a posto, per il tonno sottolio invece tindalizzo.

    • loti64 il said:

      Ciao
      per stare più tranquilli la puoi fare anche se i peperoncini risulteranno un pochino meno croccanti. In alternativa, chiudili bene e conservali in frigo 😉

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.