Pasta fresca fatta in casa e cime di rapa

Pasta fresca fatta in casa con cime di rapa: un classico della tradizione culinaria pugliese. Questa volta con una marcia in più: farina di semola rimacinata Senatore Cappelli e il pettine.

Pasta fresca fatta in casa con cime di rapa blog il mio saper fare

E’ un utensile con origini antiche, ottenuto da pezzetti di vecchi pettini dei telai a mano che servivano per tessere tele compatte e resistenti. Il pettine del telaio era formato da tante lamelle in bambù tenute insieme e legate con dello spago, tra le lamelle passavano i fili dell’ordito che poi si compattavano. Il pettine è un attrezzino molto raro, il mio apparteneva alla nonna della mia mamma..è davvero datato. Il suo utilizzo è semplicissimo: si arrotola un pezzo di pasta fresca fatta in casa intorno ad un bastoncino di legno e poi con delicatezza lo si passa sul pettine facendo una lieve pressione per ottenere una rigatura fitta e per stendere un po’ la pasta. Il formato di pasta fresca fatta in casa che ho preparato per questa ricetta vine chiamato da noi calabresi i schafftuni o rigatoni 🙂

Un misto di sapori e aromi. L’amarognolo delle cima di rapa viene mitigato dalla pasta fresca e il tutto insaporito dalla forte presenza delle acciughe e dell’aglio che aromatizzano l’olio, tassativamente, extravergine di oliva.

Pasta fresca fatta in casa con cime di rapa blog il mio saper fare

Pasta fresca fatta in casa con cime di rape

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kg di cime di rapa
  •  300 g di semola rimacinata Senatore Cappelli
  • olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • acqua q.b.
  • 6 acciughe salate
  • peperoncino
  • 1 fetta di pane raffermo

Procedimento:

Pasta fresca fatta in casa con cime di rapa blog il mio saper fare

  1. Disporre a fontana la farina, aggiungere l’acqua un po’ per volta ed iniziare ad impastare. L’impasto deve avere la giusta consistenza ed è per questo che conviene unire l’acqua man mano. Lavorare energicamente sino ad ottenere un palla con una superficie liscia e compatta. Far riposare per circa 15 minuti coperta da un canovaccio pulito.
  2. Pulire le rape eliminando le foglie esterne e dure lasciando le cime con le foglie più tenere. Lavarle accuratamente e farle sgocciolare in uno scolapasta.
  3. Pulire le acciughe dal sale, eliminare le lische e le spine. Tritare finemente l’aglio sbucciato e, se gradito, il peperoncino.
  4. Fare la pasta: staccare un piccolo pezzetto dall’impasto e formare un rotolino  sottile, avvolgerlo intorno al bastoncino e spezzarlo (vedi foto). Con delicatezza passare il bastoncino sul pettine facendo una lieve pressione per ottenere una rigatura fitta e per stendere un po’ la pasta.  Pasta fresca fatta in casa con cime di rapa blog il mio saper farePasta fresca fatta in casa con cime di rapa blog il mio saper fare
  5. Per chi non ha il pettine può fare delle semplicissime orecchiette o strascinate (cliccare QUI )
  6. In un tegame far scaldare un generoso filo di olio evo e unire l’aglio e il peperoncino, appena sfrigolano aggiungere le alici mescolare per farle sciogliere e allontanare dal fuoco.
  7. Grattugiare il pane raffermo. In un tegame antiaderente versare un filo di olio evo, unire il pane grattugiato e far tostare a fuoco medio per alcuni minuti, deve risultare ben dorato.
  8. Portare a bollore abbondante acqua salata e unire le cime di rapa, appena saranno al dente aggiungere la pasta fresca fatta in casa. Girare e far cuocere per pochi minuti. Scolare e rimettere in pentola.
  9. Condire la pasta unita alle cime di rapa con l’olio insaporito, saltare il tutto a fuoco vivo.
  10. Impiattare distribuendo su ciascun piatto il pangrattato tostato (era il formaggio dei poveri)

Pasta fresca fatta in casa con cime di rapa blog il mio saper fare

Vi invito a diventare fan della mia pagina Facebook per essere così sempre aggiornati sulle mie nuove ricette e restare in contatto con me. Allora cliccate QUI e poi mettete MI PIACE.

Se volete potere ricevere gratuitamente tutte le mie ricette tramite posta elettronica, cliccate QUI                   

  ENJOY E GRAZIE PER L’ATTENZIONE :)

Precedente Risotto con asparagi e prosciutto crudo Successivo OLIO CARLI: Aiuto Chef Cercasi

13 commenti su “Pasta fresca fatta in casa e cime di rapa

  1. Antonia il said:

    Ciao ,idea bellissima e legata alla tradizione ma (secondo la mia idea) chi non ha il pettine,ormai introvabile,non potrebbe utilizzare la tavoletta di legno che di solito si usa per gli gnocchi?A sembra una buona idea,voi cosa ne pensate? Ps:qualcuno di voi conosce la ricetta del “PANATTASIMO”?E’una specie di pane anzimo che si prepara a CORIGLIANO CALABRO per il periodo di ferragosto e si utizzano in qualche modo i ceci.

    • loti64 il said:

      Si, Antonia per chi non ha il pettini va benissimo il riga gnocchi 🙂 Dimmi di questo pane “PANATTASIMO”, hai la ricetta? Ho origini calabrese (Cassano Ionio) e non conosco questa ricetta ..fammi sapere. Un bacione e continua a seguirmi 🙂

  2. Meraviglia delle meraviglie, mi piace tutto, sia la forma della pasta che il condimento, complimenti. Proverò con il riga gnocchi 😉 grazie per la descrizione accurata.

  3. Pingback: Pasta fresca fatta in casa e cime di rapa | Mangiare Matera

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.