Mollichella della nonna per panature gratinature e ripieni

Mollichella della nonna per panature, gratinature e ripieni croccanti e gustosi. La mia nonna, utilizzava il pane del giorno prima, scavava tutta la mollica e alla famiglia non rimaneva che mangiare la crosta. Si giustificava dicendo che doveva fare l’indispensabile mollichella. La ricetta è semplice, veloce e richiede semplici ingredienti. Si può arricchire di gusto aggiungendo capperi, origano, rosmarino, formaggio grattugiato, alici sott’olio, pomodori secchi, olive, peperoncino e tanto altro. Nella mollichella della nonna essenziali sono il prezzemolo, il sale, il pepe e l’aglio. Ottima per panature croccanti, gratinature dorate e ripieni ricchi di gusto. Un pangrattato aromatizzato molto versatile che sta bene con e su tutto. Oggi si prepara in 5 minuti grazie ai robot da cucina, la mia nonna invece sbriciolava molto finemente la mollica di pane tra le mani, poi aggiungeva il trito aromatico pestato nel mortaio e il tutto richiedeva tempo e dedizione. Vediamo insieme come procedere.

Mollichella della nonna per panature gratinature e ripieni il mio saper fare

Mollichella della nonna per panature gratinature e ripieni

Ingredienti:

  • 200 g di mollica di pane ricavata dal pane casereccio leggermente raffermo
  • un ciuffo di prezzemolo
  • un pizzico di pepe
  • un pizzico di sale
  • 1 spicchio di aglio
  • un cucchiaio raso di olio evo

Procedimento:

Mollichella della nonna per panature gratinature e ripieni il mio saper fare

Ricavare la mollica dal pane casereccio leggermente raffermo e asciutto.

Lavare e asciugare il prezzemolo, sbucciare l’aglio.

In un mixer mettere la mollica di pane, il prezzemolo, lo spicchio di aglio, regolare di sale e pepe, unire l’olio e tritare il tutto sino ad ottenere il pangrattato aromatizzato.

Per una mollica fine azionare il mixer più a lungo al contrario per ottenerla grossolana.

Per panature, gratinature e ripieni molto più ricchi di gusto è possibile aggiungere altri aromi e ingredienti. Ad esempio: capperi, origano, rosmarino, formaggio grattugiato, alici sott’olio, pomodori secchi, olive, peperoncino e tanto altro.

La mollichella o pangrattato aromatizzato è pronta. Ottima per impanare o gratinare verdure, carne e pesce. Essenziale per le verdure ripiene e per le polpette. Si conserva in frigo ben chiuso in contenitori di vetro per circa 3 giorni. Si può congelare per circa 4 mesi, basta trasferirlo in un sacchetto per alimenti, metterlo in freezer senza chiuderlo e smuoverlo ogni 30 minuti circa con un cucchiaio per due volte. Seguendo questo piccolo SEGRETO la mollichella risulterà meno compatta, ben disgregata e facilmente utilizzabile nella quantità necessaria. Il pangrattato congelato è sempre asciutto, non si ammassa e si conserva per un lungo periodo.

Vi segnalo anche la ricetta delle VERDURE GRATINATE con PANATURA GROSSOLANA, cliccare QUI

VERDURE GRATINATE al FORNO ricetta con pangrattato grossolano il mio saper fare

Per tornare alla HOME 

Per non perdere le nuove ricette seguimi anche su Facebook  QUI  e clicca MI PIACE. Grazie mille!

SEGUITEMI anche su INSTAGRAM, basta cliccare QUI

Precedente Korma di pollo ricetta indiana brasato cremoso Successivo Spiedini di gamberi alla piastra

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.