Crea sito

Pane alla curcuma

Ciao! Avete mai assaggiato il “PANE ALLA CURCUMA”? La ricetta che vi presento qui è realizzata con la macchina del pane (MDP), ma ovviamente potrete utilizzare le stesse dosi per prepararla in maniera tradizionale (vedi in baso nella sezione “I miei consigli”).
La farina che ho utilizzato è del marchio “Mulino Spadoni” ed è una farina alla curcuma con l’aggiunta di semi di girasoli, semi di lino neri, farro e crusca di avena. Il risultato è un pane soffice, profumatissimo e di un bel colore giallo intenso.
Le proprietà della curcuma sono conosciute fin dall’antichità ed utilizzate per svariate problematiche. Questa spezia infatti, oltre ad essere uno degli ingredienti principali del curry, viene utilizzata come integratore alimentare per diverse patologie, grazie alle sue innumerevoli proprietà antiossidanti, antinfiammatorie ed immunostimolanti. Quindi mangiare il pane alla curcuma fa bene e realizzarlo in casa con le proprie mani è ancora più soddisfacente!
Qui di seguito troverete tutti gli ingredienti e tutti i passaggi per ottenere il mio pane alla curcuma!
Fatemi sapere con i vostri commenti e vi aspetto come sempre sui miei canali social (Facebook, Instagram e Pinterest)!!!
A presto!
Anna

Pane alla curcuma
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora 42 Minuti
  • Tempo di riposo2 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni1 pane
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 mlacqua tiepida
  • 200 gfarina Manitoba
  • 300 gfarina alla curcuma
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiainosale
  • 1 cucchiainozucchero
  • 1 bustinalievito istantaneo per preparazioni salate

Strumenti

  • 1 Macchina per il pane
  • Bilancia
  • Cucchiaino
  • Cucchiaio

Preparazione

  1. Impasto del pane

    Prima di tutto pesare con una bilancia tutti gli ingredienti necessari per la preparazione del pane alla curcuma.

    Prendere il cestello della macchina del pane e versare gli ingredienti nel seguente ordine:

    acqua (meglio se riscaldata)

    olio extra vergine d’oliva

    – 500 g di farina (manitoba + farina alla curcuma).

    Formare poi 3 fossette nella farina, inserire al centro il lievito in polvere e a destra lo zucchero e a sinistra il sale (o viceversa).

    Inserire il cestello all’interno della MDP e poi selezionare il programma in base al vostro robot. Io per esempio ho selezionate pane da 750 g e con una crosta croccante.

    Trascorso il tempo per la lievitazione e la cottura (nel mio caso quasi 3 ore), il pane è pronto per essere tirato fuori.

  2. Pane alla curcuma

    Eliminare con l’apposito arnese in dotazione l’elica situata alla base del pane.

    Ed ecco il pane alla curcuma pronto per essere servito in tavola!

I miei consigli

Potete preparare il pane alla curcuma con metodo tradizionale e cioè:

– impastare tutti gli ingredienti e lasciar lievitare l’impasto per almeno 2-3 ore coprendo il tutto con un canovaccio pulito e delle coperte;

– Riprendere l’impasto e formare la forma che vi piace di più;

– Preriscaldare il forno a 250°C e quando avrà raggiunto la temperatura, infornare il pane ed abbassarla a 220°C;

– Lasciar cuocere per almeno 30 minuti e fare comunque e sempre la prova con lo stuzzicadenti.

Se invece vorrete utilizzare, al posto del lievito istantaneo per preparazioni salate, il vostro lievito madre, utilizzatene circa 100 g.

PER SCOPRIRE DI PIU’:

Se sei interessato ad altre ricette di PANE E LIEVITATI, clicca QUI.

Ti interessa leggere tutto sul LIEVITO MADRE? Clicca QUI.

Seguimi anche su FACEBOOK – L’OSTERIA DI ANNA- e clicca MI PIACE sulla pagina per rimanere aggiornato su tutte le ricette.

Seguimi anche su INSTAGRAM – @losteriadianna

Mi trovi anche su PINTEREST – LOSTERIADIANNA

Per tornare alla HOME PAGE clicca QUI.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Annamaria

Ciao a tutti! Mi chiamo Annamaria, per gli amici Anna, vivo ormai da diversi anni nella bellissima città di Ravenna, ma sono calabrese. La mia passione per la cucina nasce da piccolissima. Ricordo ancora che a soli cinque-sei anni chiedevo sempre alla mia carissima nonna Maria "Prepariamo una torta?", costringendola a volte ad uscire di casa per andare a comprare gli ingredienti, se mancavano. Sono stata sempre curiosa in cucina e tutte le volte che mia mamma cucinava o si cimentava in una nuova ricetta, io non la mollavo e facevo sempre mille domande. Direi che le cose, ad oggi, non sono molto cambiate..anzi la passione per la cucina è rimasta. Oggi a testare le mie ricette c'è il mio ragazzo, Matteo, il quale ogni tanto si lamenta non dei miei piatti ma di qualche chilo di troppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.