Crea sito

Ciambelle intrecciate di pane (con lievito madre)

Ciao! Le “CIAMBELLE INTRECCIATE DI PANE (CON LIEVITO MADRE)” sono dei panini belli, buoni e facili da realizzare! L’uso del lievito madre dona al l’impasto quel suo piacevolissimo profumo che sa di casa e di buono, di prodotti sani e genuini. Queste bellissime pagnottine sono perfette per decorare la tavola in un giorno speciale, come ad esempio il pranzo di Pasqua!
Come tutti i prodotti realizzati con il lievito madre, richiedono qualche ora di lievitazione in più. In particolare per questa ricetta la lievitazione durerà circa 5-6 ore. È un pane quindi che si prepara benissimo in giornata!
Qui di seguito troverete tutti gli ingredienti e tutto il procedimento per realizzare le ciambelle intrecciate di pane (con lievito madre).
Vi aspetto come sempre anche su Instagram, Facebook e Pinterest!
Alla prossima ricetta!
Anna

  • DifficoltàAlta
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo5 Ore
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni4 panini
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 glievito madre (rinfrescato il giorno prima con rapporto 1:1:1)
  • 250 gfarina 00
  • 250 gfarina di semola di grano duro rimacinata
  • 200 mlacqua
  • 2 cucchiaiolio di oliva
  • 1 cucchiainosale
  • 1/2 cucchiainozucchero

Preparazione

  1. Mescolare le farine e aggiungere 150 ml di acqua. Mescolare bene e lasciar riposare il tutto per 1 ora.

  2. Trascorso tale tempo, prendere il lievito madre rinfrescato il giorno prima con un rapporto 1:1:1 di acqua e farina. Sciogliere il lievito con la restante parte di acqua (50 ml) e aggiungerlo al composto di farina e acqua. Mescolare bene il tutto ed infine aggiungere l’olio e il sale.

  3. Impastare per bene su una spianatoia per almeno 10 minuti fino ad ottenere un composto liscio e compatto.

    Riporlo nuovamente nella ciotola e lasciarlo lievitare per 3 ore.

  4. Prendere l’impasto e dividerlo in 4 parti uguali. Per ogni pezzettino di impasto procedere con la serie di pieghe di rinforzo come riportato nell’immagine.

  5. Lasciar riposare i panetti così formati per 15 minuti. Poi riprendere ogni pezzetto, stenderlo nuovamente e arrotolarlo su se stesso fino ad ottenere un filoncino.

  6. Prendere ogni filoncini ed allungarlo fino ad assottigliarlo. Poi piegarlo a ferro di cavallo e intrecciarlo. Unire le due estremità per formare una ciambellina.

  7. Adagiare le ciambelline intrecciate di pane su una teglia rivestita con carta da forno. Lasciar lievitare per almeno altre due ore.

  8. Preriscaldare il forno nella modalità statica a 220°C. Poi infornare le ciambelle intrecciate di pane e abbassare la temperatura del forno a 190°C e cuocere per 30-40 minuti. Poi capovolgere i panini e lasciarli cuocere sempre a 190°C per altri 10 minuti.

I miei consigli e i miei link

Per quanto riguarda le farine potete utilizzare quelle che preferite (anche tutta 00 o tutta di semola, o integrale, ecc).

Potete sostituire i 300 gi di lievitino con 1 cubetto di lievito di birra (25 g).

La consistenza dell’impasto è essenziale per ottenere un buon prodotto finale. Infatti il composto dovrà essere né troppo morbido e né troppo duro.

Se avete bisogni di consigli, scrivetemi pure qui sul mio blog oppure sui miei canali social!!! 🙂

PER SCOPRIRE DI PIU’:

Se ti interessa leggere tutto sul LIEVITO MADRE, clicca QUI.

Se sei interessato ad altre ricette di PANE E LIEVITATI, clicca QUI.

Seguimi anche su FACEBOOK – L’OSTERIA DI ANNA- e clicca MI PIACE sulla pagina per rimanere aggiornato su tutte le ricette.

Seguimi anche su INSTAGRAM – @losteriadianna

Mi trovi anche su PINTEREST – LOSTERIADIANNA

Per tornare alla HOME PAGE clicca QUI.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Annamaria

Ciao a tutti! Mi chiamo Annamaria, per gli amici Anna, vivo ormai da diversi anni nella bellissima città di Ravenna, ma sono calabrese. La mia passione per la cucina nasce da piccolissima. Ricordo ancora che a soli cinque-sei anni chiedevo sempre alla mia carissima nonna Maria "Prepariamo una torta?", costringendola a volte ad uscire di casa per andare a comprare gli ingredienti, se mancavano. Sono stata sempre curiosa in cucina e tutte le volte che mia mamma cucinava o si cimentava in una nuova ricetta, io non la mollavo e facevo sempre mille domande. Direi che le cose, ad oggi, non sono molto cambiate..anzi la passione per la cucina è rimasta. Oggi a testare le mie ricette c'è il mio ragazzo, Matteo, il quale ogni tanto si lamenta non dei miei piatti ma di qualche chilo di troppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.