Crea sito

Bacalhau à Bras

Bacalhau à Bras - ricetta portoghese
Bacalhau à Bras – ricetta portoghese

Ciao!

Con questa ricetta oggi vi propongo un piatto tipico della cucina portoghese: il bacalhau à Bras.

Il baccalà è l’ingrediente principe della cucina portoghese. Si dice infatti che esistano 365 ricette a base di baccalà, una per ogni giorno dell’anno. Questa è la ricetta più famosa di tutto il Portogallo. Il nome deriva dal cognome dell’inventore, il signo Bras, che amava firmarsi “Braz” come la scrittura portoghese antica, ed è per questo motivo che a volte si trova scritto “bacalhau à Braz”.

Ho scoperto questo piatto proprio durante un viaggio in Portogallo qualche anno fa. E l’amore per il Portogallo e per questo piatto è scattato subito. E’ un paese pieno di tradizioni e di colori, per non parlare del cibo e dei vini. E’ una terra ricca di sapori, che mi ha conquistato subito. Proprio per questo motivo, ho voluto rifare il piatto che più mi ricorda quel viaggio e l’ho voluto servire proprio come mi è stato presentato in un ristorante a Porto, in cui preparavano solo ricette a base di baccalà.

Il bacalhau à Bras è una ricetta a base di baccalà, patate e uova. Viene poi servito con olive nere e a volte anche con dei pomodorini. Il gusto è sorprendente.

Potrebbe essere un piatto ideale anche da preparare nel periodo natalizio. Nel sud Italia, infatti, è tradizione preparare il baccalà fritto per la vigilia di Natale. Questa potrebbe essere una variante, senza ovviamente dimenticarci dei nostri sapori.

Qui di seguito tutti i passaggi per creare questo piatto. Ad aiutarmi in questa realizzazione, devo ringraziare il mio ragazzo Matteo, che è stato indispensabile per la preparazione del piatto.

procedimento

Ingredienti:

  • mezzo filetto di baccalà (io l’ho preso già dissalato) -circa 400-500 g
  • 3-4 patate di medie dimensioni
  • 3-4 uova
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cipolle bianche
  • pepe nero q. b.
  • olio extra vergine d’oliva q. b.
  • latte intero q. b.
  • olive nere q. b.
  • prezzemolo q. b.
  • pomodorini ciliegini (per decorazione)
Baccalà messo nel latte e poi pulito e tagliato a pezzettini
Baccalà messo nel latte e poi pulito e tagliato a pezzettini

Per inizare prendere il baccalà. Se non è dissalato, mettere il baccalà in ammollo in acqua per due giorni, cambiando l’acqua 2-3 volte al giorno. Se invece è già stato dissalato, come nel mio caso, si mette a mollo direttamente nel latte per almeno 1 ora.

Trascorso il tempo, togliere il baccalà dal latte e asciugarlo per bene. Controllare che non ci siano lische all’interno della carne, toccando il pesce con le mani, e levando eventualmente le lische con una pinzetta da cucina.

Levare la pelle del baccalà, tirandola con le mani, e tagliare il baccalà in pezzeti piccoli con un coltello oppure sfilacciare la carne con le mani.

Tagliare le patate a julienne e metterle a mollo in acqua fredda
Tagliare le patate a julienne e metterle a mollo in acqua fredda

Nel frattempo, prendere le patate, pulirle e lavarle. Passare ad affettare le patate in fettine sottili e poi tagliare ogni fetta in strisce sottili, in maniera tale da ottenere delle stick molto piccole.

Frittura delle patate tagliate a julienne
Frittura delle patate tagliate a julienne

Una volta tagliate tutte le patate, si passa a friggerle in abbondante olio evo o anche in olio d’arachidi.

Cottura del baccalà con la cipolla bianca e aggiunta delle patate fritte
Cottura del baccalà con la cipolla bianca e aggiunta delle patate fritte

Una volta pronti tutti gli ingredienti, prendere le cipolle e lo spicchio d’aglio, tagliarli in pezzetti piccoli e metterli a cuocere in padella con dell’olio evo. Sia la cipolla che l’aglio dovranno cuocersi a fuoco lento per qualche minuto, affinchè si appassiscano. L’importante è non far dorare la cipolla, deve rimanere bianca il piùpossibile.

Una volta cotte le cipolle, aggiungere il baccalà sfilacciato e cuocerlo per circa 10 minuti finchè non cambi colore. Aggiungere poi le patatine fritte e amalgamare bene il tutto.

Aggiunta dell'uovo, prezzemolo e olive al composto di patate e baccalà
Aggiunta dell’uovo, prezzemolo e olive al composto di patate e baccalà

Adesso trasferire tutto il composto in un contenitore, per poterlo lavorare a freddo. Sbattere le uova in un piatto, aggiungere del pepe nero e versarle a freddo nel composto di baccalà e patate. Mescolare velocemente il tutto, per non far rapprendere le uova. Bisogna ottenere un composto cremoso. L’importante è non far cuocere le uova.

Tagliare a pezzettini qualche oliva nera, tritare del prezzemolo fresco e aggiungere il tutto al composto.

Mettere il composto in due ciotoline monoporzioni
Mettere il composto in due ciotoline monoporzioni

Per la presentazione del piatto, mettere il composto in delle ciotoline di acciaio dopo averle leggermente bagnate con l’acqua. Capovolgere le ciotoline su un piatto di portata per staccare il composto.

Bacalhau à bras decorato con pomodorini e olive nere
Bacalhau à bras decorato con pomodorini e olive nere

Decorare il piatto con olive nere intere e con un pomodorino ciliegino.

Chiudete gli occhi e vi sembrerà di essere in Portogallo.

Buon appetito!

Anna

Pubblicato da Annamaria

Ciao a tutti! Mi chiamo Annamaria, per gli amici Anna, vivo ormai da diversi anni nella bellissima città di Ravenna, ma sono calabrese. La mia passione per la cucina nasce da piccolissima. Ricordo ancora che a soli cinque-sei anni chiedevo sempre alla mia carissima nonna Maria "Prepariamo una torta?", costringendola a volte ad uscire di casa per andare a comprare gli ingredienti, se mancavano. Sono stata sempre curiosa in cucina e tutte le volte che mia mamma cucinava o si cimentava in una nuova ricetta, io non la mollavo e facevo sempre mille domande. Direi che le cose, ad oggi, non sono molto cambiate..anzi la passione per la cucina è rimasta. Oggi a testare le mie ricette c'è il mio ragazzo, Matteo, il quale ogni tanto si lamenta non dei miei piatti ma di qualche chilo di troppo.

3 Risposte a “Bacalhau à Bras”

  1. Ciao, credo che questa ricetta la userò per questo Natale, grazie per aver spiegato tutto così chiaro.
    Laura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.